counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Civitanova: al Rossini il Royal Ballet di Londra

4' di lettura
1340

Dopo il “tutto esaurito” de Lo Schiaccianoci, “Civitanova Danza tutto l’anno 2006/2007” - rassegna promossa dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda Speciale Teatri di Civitanova e dall’Amat – prosegue sabato 27 gennaio con un’altra prima ed esclusiva regionale .

da Amat

A calcare il palcoscenico del Teatro Rossini saranno Mara Galeazzi e i Principals & Soloists del Royal Ballet di Londra.

Il Royal Ballet è la maggiore compagnia di balletto britannica, ma anche una tra le più celebrate del mondo. In occasione del 75° anniversario della sua fondazione, un prezioso gruppo dei suoi interpreti - Christina Arestis, Yuhui Choe, Deirdre Chapman, Natasha Oughtred, Gary Avis- Vito Mazzeo, James Wilkie, Ernst Meisner, Edward Watson, Alexander Zaitsev - ha raccolto in questa serata – dal titolo Omaggio al Royal Ballet - brani dei più importanti coreografi inglesi presenti nel vasto repertorio della compagnia.

Ballerina di intenso temperamento drammatico e forte presenza scenica, fulcro della serata è l’italiana Mara Galeazzi, miglior ballerina italiana all’estero per il premio “Danza & Danza 2006”, che in pochi anni ha scalato tutta le gerarchia della prestigiosa compagnia, fino ad esserne nominata principal dancer nel 2003.

Il programma della serata prevede: Giselle pas de deux coreografia di Peter Wright ripresa da Juan Coralli e Jules Perrot, Monotones II pas de trois coreografia di Frederick Ashton, La Sylphide pas de deux coreografia di August Bournonville, Rhapsody pas de deux coreografia di Frederick Ashton, Qualia pas de deux coreografia di Wayne McGregor, Pas de quatre Swan Lake coreografia di Frederick Ashton, Concerto pas de deux coreografia di Sir Kenneth Mcmillan, Les Bourgeois coreografia di Ben Van Cauwenbergh, Leaves are Fading pas de deux coreografia di Antony Tudor e per concludere Elite Syncopation coreografia di Sir Kenneth McMillan.

Mara Galeazzi nasce a Chiari (Brescia) e si diploma alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano con il massimo dei voti. A diciotto anni, entra a far parte del Royal Ballet ed è promossa First Artist nel 1995, Soloist al termine della Stagione 1997/98 e Principal nel settembre 2003.

Tra i ruoli del repertorio classico che la vedono protagonista ci sono Uccello di Fuoco di Fokine, Marie, la Fata Confetto e la Fata delle Rose nello Schiaccianoci, Giselle e Myrtha in Giselle, Gamzatti in Bayadere, il passo a due di Aurora (atto III) e la Principessa Florine (pas de deux dell'uccellino azzurro) nella Bella Addormentata, Mercedes e la Regina delle Driadi nel Don Chisciotte.

Dal repertorio di Frederick Ashton ha danzato tra gli altri Lise ne La Fille mal gardée, Mrs Tittlemouse in Tales of Beatrix Potter, l'assolo di La Chatte metamorphosée en femme, il Thaïs pas de deux, Julia in Wedding Bouquet (ruolo creato da Margot Fonteyn), Diana in Sylvia, la Fata dell'Autunno in Cinderella. Nel repertorio di Kenneth MacMillan ha danzato Giulietta in Romeo and Juliet, Manon, Mayerling, Anastasia , La sagra della primavera, Song of the Earth, Images of Love e Danses concertantes.

Ha anche danzato Tatiana nell' Onegin di John Cranko, in Les Biches di Bronislava Nijinska, Spectre de la Rose di Fokine, in La Ronde e Pierrot Lunaire di Glen Tetley, in Fearful Symmetries di Ashley Page, Pavane pour une infante défunte di Christopher Wheeldon, Push Comes to Shove di Twyla Tharp, In the middle somewhat elevated di William Forsythe, Carmen di Mats Ek. Dal repertorio Balanchine ha danzato Symphony in C, Agon, Ballet Imperial e Apollo.

Sono stati creati per lei: Mr Worldly Wise della Tharp, Souvenir di Wheeldon, Puirt-A-Beul di William Tuckett, Two Part Invention, When We Stop Talking, Cheating, Lying, Stealing (Second Principal Couple), Tidelines di Cathy Marston e This House Will Burn di Ashley Page, La Grêle in Les Saisons di David Bintley, Eden e On Public Display di Vanessa Fenton. Nel maggio 2006 viene premiata Miglior Ballerina Italiana all'Estero dalla rivista “Danza & Danza”. Nel 2003 ha ricevuto la nomination come Miglior Ballerina dell'Anno al Critics' Circle National Dance Award, premio assegnato annualmente dalla critica britannica.

Nel febbraio 2005, al termine del gala benefico Mara in Motion, viene nominata membro onorario del Club internazionale Soroptimist, una libera Associazione di donne con qualificazione elevata nel proprio impegno lavorativo, sociale e culturale volta a promuovere i diritti umani e la solidarietà.

Informazioni e biglietti (da euro 8,00 a euro 20,00): Teatro Rossini 0733 812936, 071 2072439. Inizio spettacolo ore 21.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 gennaio 2007 - 1340 letture