counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ds Ancona: il bilancio di un anno di attività in Provincia

2' di lettura
975

Nella nostra Provincia sono stati raggiunti risultati importanti che devono essere valorizzati, ma che, al tempo stesso, da una classe dirigente lungimirante, non possono essere considerati come acquisiti definitivamente.

da Emanuele Lodolini
Segretario prov. Ds Ancona

Dobbiamo essere in grado di governare le grandi trasformazioni in atto nella società, che interessano anche il nostro territorio. Occorre mantenere la nostra provincia al vertice della qualità della vita, come di recente hanno anche rilevato i dati del Sole 24 Ore.

In vista delle prossime elezioni provinciali, il nuovo programma di governo, da una parte dovrà rappresentare la naturale prosecuzione del lavoro svolto, dall’altra dovrà assumere una precisa identità, continuando a conciliare sviluppo e sostenibilità del territorio, centralità del lavoro, delle politiche sociali e culturali e delle politiche di cooperazione e solidarietà.

Al Presidente Giancarli va il mio e nostro ringraziamento per aver guidato l’Ente in questi anni con sicurezza e grande capacità coalizionale. Le sue doti di competenza, rigore, moralità, serietà hanno caratterizzato l’immagine della provincia e sono patrimonio del centrosinistra tutto. I DS, perno essenziale per ogni politica riformista, progressista e di sinistra, sono impegnati in una duplice sfida. Dare al Paese quelle riforme che aspetta da anni. Unire le forze riformiste e progressiste del Paese, forti dei nostri valori, ideali e della nostra storia. Le elezioni amministrative della prossima primavera saranno un banco di prova impegnativo. Per questo a livello locale continueremo a lavorare per la crescita collettiva di questa comunità.

C’impegneremo fino in fondo, spendendo tutta la nostra forza, per conseguire questo scopo. Consapevoli di essere in provincia portatori anche d’idee giovani, stiamo portando il nostro contributo al rinnovamento della politica. Sappiamo di rappresentare una parte importante del nostro territorio, così come sappiamo sfuggire all'autoreferenzialità, riconoscendo che la provincia è ricca anche di tante altre identità, culture. Andiamo orgogliosi del forte radicamento del nostro partito, e di come siamo sempre stati capaci di promuovere il bene comune.

Per questo voglio esprimere qualcosa in più di un semplice augurio per il 2007, formulando il nostro massimo impegno, affinché, così come avvenuto finora, anche grazie al nostro contributo, questo territorio possa continuare a valorizzare al massimo le proprie potenzialità.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 gennaio 2007 - 975 letture