counter

Urbania: una befana da record

2' di lettura 30/11/-0001 -
La Befana di Urbania, in occasione delle grandi feste indette dal 2 al 6 gennaio in suo onore proprio nella cittadina marchigiana celebre per le sue ceramiche e monumenti, anche quest’anno vuole battere più record.

dal Comune di Urbania


Si partirà con la scopa più alta del mondo, realizzata rigorosamente in legno e scopo, filamenti di erica utilizzati anni or sono dai netturbini per pulire le strade delle città. Si passerà poi alla calza più lunga, cucita a mano dalle tante aiuto Befane di Urbania, già all’opera da tempo. Sarà realizzata con tessuto fornito dalle tante aziende del comparto tessile-abbigliamento dell’alta Val Metauro (conosciuta come la Valle del jeans) con lo scopo di esaltare un prodotto locale e “made in Italy” ormai celebre in tutto il mondo.

Infatti, dal 1976, le aziende del settore e quelle legate ad esso lavorano quotidianamente migliaia di capi per i marchi più prestigiosi come Versace, Valentino, Cavalli, Rocco Barocco, Dolce e Gabbana, Trussardi, Iceberg, Simonetta e tutti i nomi più celebri dell’alta moda fino Christian Dior e John Galliano.

Altri primati arriveranno dalle aiuto Befane: da quelle acrobatiche che volano davvero, a quelle sui trampoli, a quelle che scenderanno in cordata dalla torre civica alta ben 36 metri. I primati comunque non si fermano qui. In programma anche il Guinness per la sciarpa della Befana più lunga: ogni Befana di Urbania da un anno sta dando il proprio contributo nella realizzazione dell’oggetto, tenendo per una settimana la sciarpa e passandola poi di casa in casa, una “catena” che continuerà fino al 6 gennaio. Per finire con le oltre 4 mila calzette appese in tutte le finestre della cittadina.

Ad Urbania, diventata ormai capitale incontrastata dell’amata vecchina, si registrano anche: la Befana più vecchia d’Italia, la più bella, la più moderna, quella stravagante a bordo di una moto scopa e perfino quella cuoca che, in diretta, prepara il dolce, neanche a dirlo … della Befana. Se si vuol poi continuare a suon di dati da Guinness basti pensare che un primato potrebbe derivare dal numero delle Befane, sono infatti più di 150 quelle che, nei giorni di festa (dal 2 al 6 gennaio), gravitano nell’antica Casteldurante.

Sul fronte gastronomico va registrato il record della frittata più grane 1001 uova abbinata a del buon sangiovese, prevista per il 3 gennaio nella piazza del mercato al PalaBefana.

Infolinee: La Casa della Befana 0722.317211





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 dicembre 2006 - 1040 letture

In questo articolo si parla di urbania





logoEV
logoEV