counter

Ancona: la Giunta approva il by pass della Palombella

4' di lettura 30/11/-0001 -
E’ stato approvato questa mattina dall’esecutivo di Palazzo del Popolo, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Sandro Simonetti, il progetto preliminare di uno degli interventi previsti nell’ambito del più generale piano di riqualificazione del quartiere della Palombella.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Il progetto riguarda la realizzazione di una rampa di ritorno in direzione Falconara nella zona del by pass della Palombella. L’intervento si rende necessario per permettere ai mezzi provenienti da Nord e transitanti su via Flaminia di invertire, eventualmente il senso di marcia e tornare in direzione Falconara, evitando di arrivare fino alla stazione ferroviaria, transitare in via Marconi e impegnare la rotatoria di piazzale Italia.

La nuova rampa stradale si staccherà sul lato sinistro della corsia in direzione porto, all’altezza del by pass, per andare a intersecarsi sulla corsia in direzione Falconara proveniente dal porto. Dal calcolo sommario della spesa il costo dell’intervento ammonta a 100 mila euro.

Su proposta dell’assessore all’Urbanistica Enrico Turchetti è stato inoltre approvato lo schema di bando per l’erogazione di contributi ai privati per il recupero delle facciate lungo l’asse stradale tra la Stazione ferroviaria e Via Marconi, previsto dal programma innovativo in ambito urbano “Viale di luci”.

In base allo schema di bando, che sarà pubblicato all’inizio del nuovo anno, possono accedere al contributo pubblico gli interventi riguardanti i fronti edilizi di edifici prospicienti l’asse stradale di via Marconi e strade adiacenti, qualora gli edifici facciano partesi isolati o testate di incroci stradali. Si devono presentare richieste di contributo per i lavori iniziati dopo la data di emanazione del bando. Hanno titolo per ricevere il contributo i proprietari, le amministrazioni condominiali, gli affittuari e gli utilizzatori a qualsiasi titolo legale degli immobili. Non sono consentiti recuperi parziali e differenziati della facciata: si dovrà intervenire da terra alla linea di gronda, comprendendo tutti i piani che fanno parte di una stessa facciata. Esoiste inoltre una specifica “Tavolozza” con i colori dei Portici, che fa parte integrale del bando e comprende quattro colori: ocre chiaro, ocra scuro, bianco calcare e grigio arenaria. Ad essa ci si dovrà attenere nelle ristrutturazioni.

Con la pubblicazione del bando saranno resi noti gli indirizzi prescrittivi e di intervento, le modalità di presentazione delle domande e di verifica delle stesse. Il contributo comunale sarà erogato nella forma del contributo in conto capitale a fondo perduto e sarà determinato nella misura massima del 40% dell’importo dei lavori finanziabili, e comunque entro il limite massimo di 16 mila euro.

L’assessorato ai lavori pubblici ha inoltre proposto in giunta una serie ulteriore di interventi, riguardanti, tra, l’altro l’approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione di un centro sociale e ricreativo a Posatora e di interventi di modifica di una serie di impianti di pubblica illuminazione non rientranti nei compiti affidati ad Anconambiente.

Il centro sociale e ricreativo di Posatora sarà realizzato in struttura leggera prefabbricata, a margine dell’area della frana, vicino agli edifici esistenti di via Monte Vettore e adiacente all’attuale forno, fabbricato di proprietà comunale. Il fabbricato si articolerà su un unico piano e comprenderà: un’ampia area ricreativa interna , una piccola cucina, doppi servizi igienici e pergolati per attività ricreative all’aperto. Il totale dell’autorizzazione di spesa per il progetto ammonta a 600 mila euro.

Gli interventi sulla pubblica illuminazione che non rientrano tra le prestazioni contrattuali a carico della società Anconambiente Spa sono quelli che riguardano le modifiche o la realizzazione di nuovi tratti di impianti e che quindi, a differenza della manutenzione ordinaria, affidata alla società, devono essere eseguiti mediante approvazione e relativo finanziamento. L’Unità operativa Pubblica Illuminazione del Comune ha redatto una serie di perizie per lavori di entità più o meno consistente in Via Bocconi, via Tavernelle, Piazzale Italia, via Vecchini , via Torresi, Piazza Cavour, frazione Poggio, via Brodoloni, Palombina, via Avvenati, uscita nuova galleria, lato via San Martino, piazza Ugo Bassi, edificio ex Benincasa, area verde e giochi di Casine di Paterno, area circostante caserma Carabinieri di via XXV Aprile, area verde-scalinata tra via Podagra e via Trieste, area Mandracchio, frazione Varano, via Birarelli, via Pontelungo, Via Montagnola, via Grancia e altre aree della città con singoli interventi di adeguamento.

Su proposta, infine, dell’assessore alle Finanze Roberto Stecconi, la giunta ha approvato l’acquisto di arredi scolastici e attrezzature per mense e nidi secondo le esigenze già evidenziate dai Servizi scolastici per una somma di 25.300 euro.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 dicembre 2006 - 1559 letture

In questo articolo si parla di ancona





logoEV
logoEV