counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: alla scoperta del territorio seguendo il filo del telaio

2' di lettura
1249

La Provincia di Macerata, per iniziativa dell’assessore alle Attività produttive, Silvia Bernardini, ha dato alle stampe la pubblicazione “Sulle tracce della tessitura a ‘liccetti’. Itinerario storico-turistico”.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it
Scritto da Patrizia Ginesi e Maria Giovanna Varagona, che insieme svolgono attività di tessitura nel loro studio di lavorazione utilizzando antichi telai manuali, il volumetto è stato presentato al pubblico e alla stampa presso il laboratorio di tessitura artigianale “La Tela”, a Macerata. I testi sono tradotti anche in lingua inglese e arricchiti da foto di antichi manufatti che sono rappresentati nelle opere d’arte custodite in luoghi di culto o in musei del territorio maceratese.

“Questa pubblicazione – ha spiegato l’assessore Bernardini – ci fornisce documentazioni e informazioni utili per comprendere il valore della tessitura a liccetti, la cui tradizionale esecuzione permette ancora oggi la creazione di affascinanti tessuti considerati un vanto regionale e chiamati ‘tovagliette marchigiane’. Inoltre, molti dipinti dei mastri del tredicesimo e quattordicesimo secolo ritraggono episodi della Bibbia o scene di vita familiare in cui spiccano, fra i vari elementi, anche delle vesti o delle tovaglie decorate appunto a liccetti”.

I “liccetti” sono piccole canne che, poste nel telaio, consentono al tessitore di mettere in pratica una tecnica molto particolare di inserimento dei fili per ottenere il disegno decorativo prescelto. I disegni più elaborati richiedono qualche dozzina di “liccetti”. La grande forza di questa tecnica è la ripetizione seriale dell’ornamento. Cioè si possono fare lavori identici.

Il contenuto della pubblicazione è senza dubbio utile a quanti amano conoscere un aspetto originale e affascinante della tradizione maceratese. “Nell’attuale scenario delle complesse e delicate sfide internazionali – ha concluso l’assessore provinciale Silvia Bernardini – non dobbiamo dimenticare che sono tali risorse, attraverso la loro autenticità senza tempo, a esprimere ancora le sfaccettature di un’affermata civiltà e a incidere sulla competitività e sullo sviluppo economico del nostro territorio”.

Nelle foto, una dimostrazione del lavoro al telaio in occasione della presentazione del volume sulla tessitura e l’assessore provinciale Silvia Bernardini con le due autrici della pubblicazione.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 dicembre 2006 - 1249 letture