counter

Urbino: l'Università ora è statale

1' di lettura 30/11/-0001 -
Ho appreso che nella serata di ieri il ministro Fabio Mussi ha firmato il decreto di statalizzazione dell’Università degli Studi di Urbino.

da Franco Corbucci
sindaco di Urbino


Giudico il fatto molto positivo, perché finalmente l’ateneo urbinate potrà contare su dei finanziamenti certi e duraturi, come si chiedeva da anni, e potrà avviare il proprio programma di sviluppo guardando al futuro.

Ricordo che il risultato appena ottenuto è il momento finale di un percorso cominciato qualche anno fa, durante il quale sono state cercate tutte le soluzioni possibili al fine di dare una sicurezza finanziaria all’università di Urbino. Durante la passata legislatura politica è stata tentata la strada della legge speciale e poi quella dell’incremento dei trasferimenti statali tramite un apposito stanziamento previsto dalla Legge Finanziaria. Il tutto purtroppo senza risultati. Il ministro Mussi, peraltro sulla base del “decreto Moratti” del 2004, ha quindi firmato il passaggio dell’ateneo urbinate fra le istituzioni statali.

Penso che oggi vi sia una vera autonomia per le università statali così come per quelle non statali. Quindi, come sempre, il futuro e le possibilità di sviluppo, come accaduto nei 500 anni di storia dell’Università di Urbino, dipenderanno dalla capacità di stare all’interno di un mondo che esige competitività, qualità ed efficienza.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 dicembre 2006 - 1180 letture

In questo articolo si parla di urbino, università di urbino





logoEV
logoEV