counter

Via libera ai farmaci da banco negli esercizi commerciali

1' di lettura 30/11/-0001 -
La giunta regionale ha approvato, su iniziativa dell’assessore alla Sanita, Almerino Mezzolani, le indicazioni in materia di vendita dei farmaci da banco o di automedicazione e di tutti i prodotti non soggetti a prescrizione medica negli esercizi commerciali diversi dalle farmacie.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Le determinazioni della delibera regionale stabiliscono che la vendita di farmaci è consentita durante l’orario di apertura e in un apposito reparto, alla presenza e con l’assistenza diretta al cliente, di uno o più farmacisti abilitati e iscritti all’ordine.

Il reparto deve possedere una superficie idonea e deve essere separato dalla restante parte dell’esercizio commerciale, anche tramite parete o vetrata. Deve essere dotato di apposito registratore fiscale e di adeguate attrezzature per garantire la buona conservazione dei farmaci. Anche il magazzino di stoccaggio dei prodotti deve esser conforme alle disposizioni impartite dal ministero della Sanità.

Le insegne usate per individuare i reparti dedicati alla vendita dei medicinali non devono indurre il cliente a ritenere che si tratti di una farmacia. La Regione Marche svolge un ruolo fondamentale tramite il controllo e la vigilanza sulle attività di interesse sanitario, comprese le attività relative all’assistenza farmaceutica e alla farmacovigilanza.

Infatti, l’Asur della Zona territoriale competente, è incaricata di verificare la sussistenza dei requisiti per gli esercizi commerciali che vogliono offrire la vendita di farmaci. Inoltre, è tenuta a trasmettere agli esercizi commerciali eventuali avvisi di ritiro o sequestro di medicinali non soggetti a prescrizione medica o di altri avvisi riferiti ai farmaci, dispositivi medici e dietetici.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 dicembre 2006 - 945 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV