counter

Ancona e Roma più vicine con il nuovo treno Gentile da Fabriano

3' di lettura 30/11/-0001 -
“Siamo riusciti a onorare l’impegno con i cittadini, attivando un servizio importante che copre una fascia oraria significativa per gli utenti”.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Così il presidente Gian Mario Spacca ha commentato l’attivazione del nuovo collegamento veloce “Ancona-Roma”, predisposto da Trenitalia, in collaborazione con la Regione Marche, con partenza dal capoluogo alle 11.10, arrivo nella capitale alle 14.26 e ritorno alle 19.30 (termine corsa alle ore 22.55). Un collegamento ripristinato dopo un anno, a seguito della vertenza che, nei mesi scorsi, ha indotto la Regione a chiedere a Trenitalia il servizio Eurostar, soppresso all’inizio del 2005.

Il primo viaggio è stato effettuato il 10 dicembre, in occasione della Giornata delle Marche, mentre l’inaugurazione ufficiale è avvenuta oggi, a Fabriano (presso la sede del Dopolavoro ferroviario), alla presenza delle autorità regionali, cittadine e dell’azienda ferroviaria. La scelta della città non è casuale, in quanto il treno reca il nome di “Gentile da Fabriano”, è personalizzato esternamente con foto delle Marche e, internamente, è addobbato con immagini fabrianesi.

Il collegamento con Roma viene giornalmente assicurato da un treno regionale veloce (compie il viaggio in poco più di tre ore), confortevole e funzionale (con vetture climatizzate di sola prima classe, prenotazione gratuita, prese per ricarica dei cellulari e computer), conveniente (perché costa 22,90 euro, quanto un treno locale). “Un Eurostar al prezzo di un regionale - ha commentato Spacca – che offre un servizio di qualità su una importante tratta locale, ma strategica per il collegamento con la capitale”.

Il treno, come ha ricordato il responsabile nazionale della divisione regionale di Trenitalia, Giancarlo Laguzzi, “nasce nelle officine di Ancona e dispone del miglior locomotore, il 464, attualmente in circolazione”.

Ha quindi ringraziato la Regione per aver dimostrato fiducia nelle capacità organizzative di Trenitalia. Il collegamento avviato con la capitale, ha rimarcato l’assessore regionale ai Trasporti, Pietro Marcolini, “è un treno che possono prendere tutti, a costi vantaggiosi”.

Molti problemi, comunque, restano aperti: “Ma li stiamo quotidianamente risolvendo. Dall’inizio dell’anno – ha ricordato l’assessore – siamo riusciti a concretizzare un piano di assunzioni di 140 unita (tra capitreno, macchinisti e addetti alle manutenzioni), abbiamo recuperato tutti i mezzi destinati alle Marche e dirottati in Lombardia, potenziato i veicoli con quattro nuovissimi Minuetto della Regione e quattro mezzi di Trenitalia già in circolazione. Certamente alcune criticità rimangono, come quelle della puntualità, ma, insieme all’azienda, ci stiamo muovendo nella direzione giusta”.

Secondo il sindaco di Fabriano, Roberto Sorci, il ripristino del treno per Roma è un esempio del “quando la politica guarda agli interessi della gente”, ricordando come la richiesta sia stata sollecitata dai Consigli comunali di Fabriano e Jesi. La città, ha detto, è felice, sia perché è stato potenziato un collegamento che avvicina alle infrastrutture di Roma, sia perché il nome del Gentile porta l’immagine di Fabriano nella capitale. Lorenzo Catraro, assessore provinciale di Ancona, ha ribadito l’impegno dell’ente a privilegiare il trasporto ferroviario, sollecitando l’utenza a rispettare “la qualità del servizio, non danneggiando i vagoni”.

Claudio Teti (direttore di Trenitalia Marche, prossimo ad assumere un incarico aziendale in Piemonte) ha ringraziato “tutti i clienti che hanno protestato civilmente per il disservizio creato dalla soppressione del treno e che ora riconoscono il lavoro fatto”.

Soddisfazione per il ripristino è stata espresso anche dal segretario provinciale dell’associazione utenti trasporto pubblico, Antonio Bruno.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 dicembre 2006 - 1526 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV