counter

Civitanova: in Consiglio la variante al Prg Ceccotti

2' di lettura 30/11/-0001 -
Approderà in Consiglio comunale nella prevista seduta prenatalizia la documentazione cartografica prodotta a corredo della variante al piano regolatore generale, adottata dal Consiglio comunale nell’ottobre scorso.

dal Comune di Civitanova Marche
www.comune.civitanova.mc.it


Sarà l’atto finale del lungo iter che ha preso il via nel 1999, almeno per quanto di competenza del Comune. La parola finale spetta infatti alla Provincia di Macerata, chiamata a dare il proprio placet al nuovo strumento urbanistico.

Tra le previsioni della variante c’è la zona “Ceccotti”, “un’area strategica – dice l’assessore all’Urbanistica Massimo Mobili – in funzione dell’espansione della città ma anche un importante nodo di collegamento con il centro storico”. “Secondo le previsioni del progettista Secchi – spiega Mobili – la fornace, che diventerà di proprietà pubblica (contrariamente ai piani precedenti che parlavano di “uso pubblico”), e la ciminiera diventeranno un luogo centrale della città. Un nuovo spazio di 7 mila mq di destinazione pubblica, che valuteremo come utilizzare e valorizzare al meglio”. Ma “Ceccotti” vuol dire anche parcheggi: “sorgeranno su 3,5 ettari – ricorda l’assessore all’Urbanistica – il che vuol dire un surplus di circa 800 posti auto rispetto al fabbisogno previsto per le nuove edificazioni. Essi, come annunciato più volte, saranno a servizio del centro storico, rappresentando in questo modo un presupposto fondamentale per mettere in atto quella pedonalizzazione di cui si parla da tempo”.

Nell’area presa in considerazione dalla variante ci sarà spazio anche per il verde: “Ce ne saranno oltre due ettari – dice Mobili – e nel progetto è previsto che venga lasciata a verde anche l’area compresa tra la Statale 16 e la fornace, che digraderà a gradoni, a mo’ di terrazzamento”. All’interno della “Ceccotti” troverà spazio anche un terminal per i bus extraurbani. “In questo modo – osserva l’assessore – si eviterà di congestionare il centro”. “Dando attuazione alle previsioni del piano Secchi – conclude Mobili – l’Amministrazione comunale ha voluto valorizzare il ruolo strategico dell’area, cercando di svilupparne appieno le potenzialità. Attraverso lo sviluppo di quella che è una vera e propria della città, si darà nuovo impulso a tutto il centro, con indubbi benefici soprattutto sotto il profilo viario”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 dicembre 2006 - 1729 letture

In questo articolo si parla di civitanova marche





logoEV
logoEV