Ancona: Premio Zamenhof, le voci della pace

2' di lettura 30/11/-0001 -
Domenica 10 dicembre 2006, alle ore 10.30, ad Ancona, presso il Ridotto del Teatro delle Muse, sarà attribuito il Premio Zamenhof - Le voci della pace – 5^ edizione 2006.

da Federazione Esperantista Italiana


Il Premio viene assegnato ogni anno a cittadini italiani che si sono distinti per l’impegno alla cooperazione e alla reciproca comprensione fra i popoli, nel rispetto delle diversità e in nome di una sincera vocazione alla pace, all’amicizia fra i popoli, all’aiuto degli uomini che vivono nei paesi in via di sviluppo e alla tutela delle culture e delle lingue cosiddette minori.

Il Premio Zamenhof 2006, una scultura di Loreno Sguanci, verrà assegnato a : “Emergency” per l’attività costante e coraggiosa nella cura e la riabilitazione delle vittime delle guerre e delle mine antiuomo, portando assistenza medico chirurgica in zone di conflitto; Claudio Abbado, per l’azione svolta in favore della cultura musicale quale strumento di pace e sviluppo, con particolare riferimento al Venzuela e all’Orchestra Giovanile “Simon Bolivar” ; Angelo Frammartino, vittima per la pace a Gerusalemme: una lezione d’amore ai grandi della terra.

Premio Stoppoloni 2006 (riconoscimento assegnato ogni anno insieme al Premio Zamenhof) Alla Cooperativa Sociale Onlus “I Girasoli”, per aver dato occasione di lavoro e di integrazione a giovani con la sindrome di Down, con la realizzazione a Roma del ristorante “La locanda dei girasoli” . Un’esperienza di imprenditorialità ed efficienza dei diversamente abili.

Il Premio Zamenhof, promosso dalla Provincia di Ancona con il patrocinio della Regione Marche e del Comune di Ancona, è ideato e organizzato dalla Federazione Esperantista Italiana (F.E.I.) e dal suo Presidente Prof. Aldo Grassini, in collaborazione con “Economia&Cultura-Gabriella Papini”. La FEI promuove la diffusione e l’uso dell’Esperanto, la Lingua Internazionale Ausiliaria ideata da Ludovico Lazzaro Zamenhof (1859-1917), anche come forma di educazione alla pace. Il Comitato d’Onore del Premio, che designa i vincitori, è composto da:il M.o Bruno Bartoletti, Direttore Artistico Emerito del Teatro dell’Opera di Chicago, il Prof. Tullio De Mauro, dell’Università “La Sapienza” di Roma, Mons. Antonio Riboldi, Vescovo di Acerra, il giornalista Dr. Saverio Tutino e il Prof. Antonino Zichichi della Fondazione “Ettore Maiorana”. Concluderà la cerimonia di premiazione al Ridotto del teatro delle Muse, condotta da Francesca Alfonsi e Andrea Carloni, un concerto del giovane pianista russo Andrei Korobeinikov, una personalità di prima grandezza a livello europeo, che eseguirà musiche di Beethoven, Chopin, Ciajkovskij, Mussorgski.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 dicembre 2006 - 822 letture

In questo articolo si parla di ancona





logoEV
logoEV