counter

Macerata: Premio etico della Provincia a tre aziende

4' di lettura 30/11/-0001 -
Il calzaturificio “Cherie SpA” di Monte San Giusto, l’azienda “Grafiche Ciocca” di Pollenza e la “Saipa SpA” di Tolentino sono le aziende maceratesi vincitrici della quarta edizione del Premio etico “Diversità è sviluppo”, istituito dalla Provincia di Macerata quale riconoscimento a quelle imprese che nel corso dell’anno si sono distinte nelle politiche di accesso al lavoro delle persone disabili.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.macerata.it


Un premio attraverso il quale l’Amministrazione provinciale dà pubblico riconoscimento alle aziende che, al di là di quanto prescrive la legge, hanno aperto le loro porte a persone in situazioni di difficoltà psicofisica, creando un circuito virtuoso tra produttività ed eticità dell’impresa. I premi a Delio Giustozzi per la “Cherie SpA”, a Edoardo Ciocca per la “Grafiche Ciocca” e a Barbara Vissani per la “Saipa SpA” sono stati consegnati dal presidente Giulio Silenzi all’Abbadia di Fiastra nel corso della cerimonia di conferimento dei riconoscimenti per la “Fedeltà al lavoro e del progresso economico”, annualmente assegnati dalla Camera di commercio di Macerata.

Alla manifestazione, giunta alla 31^ edizione, sono intervenuti il presidente dell’Ente camerale, Giuliano Bianchi, il prefetto di Macerata Ferdinando Buffoni, la presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile Ivana Marchegiani, il vice presidente della Camera di commercio, Mario Volpini, autorità civili e militari, sindaci e amministratori locali, rappresentanti delle varie categorie produttive e sindacali.

Il significato del premio etico “Diversità è sviluppo” è stato sottolineato dal presidente Silenzi che, mettendo in evidenza come la diversità possa essere un importante valore anche nell’ambito del ciclo produttivo, ha ricordato la centralità dell’uomo in una società “virtuale” in cui il computer sembra poter prendere il sopravvento su tutto. “Il lavoro è il motore del progresso, la fonte del benessere diffuso – ha detto Silenzi –, ma è anche una realizzazione di vita dell’uomo, il quale rimane insostituibile: i suoi valori, le sue radici caratterizzano lo sviluppo.

I marchigiani, e i maceratesi in particolare, hanno una cultura imprenditoriale che parte dalla loro tradizione agricola, fatta di sacrificio e di forti principi. Sono, queste, radici solide che hanno permesso di guardare avanti con tenacia e di ottenere importanti traguardi”.

I premi della Camera di Commercio “Fedeltà al Lavoro e progresso economico”
Nel corso della cerimonia la Camera di Commercio di Macerata ha conferito una sessantina di riconoscimenti. Questi i premiati:

Imprenditori industriali.
Sergio Foresi di Morrovalle (prefabbricati), Giancarlo Fermani di Macerata (laterizi), Claudio Giorgini di Montecosaro (articoli in plastica), Elda Luchini di Sant’Angelo in Pontano (distilleria liquori), Flaviano Pipponzi di Civitanova (costruzioni edili), Cosmo Seri di Colmurano (manufatti in cemento armato), Nerina Tartufoli di Civitanova (pasta alimentare), Maria Toni di Macerata (abbigliamento industriale), Primo Zazzaretta di Mogliano (infissi in legno).
Imprenditori commerciali.
Luisa Bertaccini di Montelupone (frutta e verdura), Mario Bonci di San Severino (materiali edili termoidraulici), Federico Dichiara di Trodica di Morrovalle (cascame e materiali di scarto in pelle e cuoio), Anna Maria Montanari di Camerino (generi alimentari), Maria Caterina Narducci di Camerino (abbigliamento, profumeria, articoli da regalo), Nadia Perticarà di Montecosaro (calzature e abbigliamento), Enrico Pierini di Macerata (vini, birra, acque minerali), Giovanna Rosati di Castel Sant’Angelo sul Nera (ristorante albergo), Giuseppe Tomboleoni di Montecosaro (bar caffè).
Imprenditori artigiani.
Agostino Biagetti di Morrovalle (calzaturificio), Gianni Carducci di San Severino (autocarrozziere), Gabriele Cestola di Civitanova (termodraulico), Gastone Fagiolini di San Severino (autofficina), Giancarlo Leoperdi di Macerata (termoidraulico), Silvano Luconi di Tolentino (falegnameria), Nazzareno Luzi di Montecassiano (autotrasportatore), Cav. Dante Mariotti di Macerata (studio fotografico), Elvia Mengoni di Corridonia (sarta, confezione costumi artistici), Fernando Mogliani di Montelupone (autotrasporti), Leandro Montecchia di Monte S.Giusto (modelli per calzature), Elio Moretti di Macerata (acconciatore), Clemente Nardi di Serrapetrona (meccanico), Sesto Scarpetta di Morrovalle (falegname) Mario Seghetti di Macerata (autocarrozzeria), Giuseppe Seri di Pievebovigliana (acconciatore), Antonio Torresi di Castelraimondo (noleggio).
Imprenditori agricoli.
Gino Barbetta di Treia, Gabriele Bernabei, Rolando Camilletti, Gino Chiacchiera, Paolo Damiani e Pina Mogliani di Montelupone, Dionisio Bertini di Treia.
Amministratori.
Lauro Costa di Macerata (pres. Unione Agricoltori), Mario Fioretti di Corridonia (amm. del. Fioretti infissi), Maurizio Lintei di Camerino (dir. tecnico Lintei Maurizio & C.), Margherita Porfiri di Tolentino (amm. del. LN di Natalizi Lino & C.), Alberto Quacquarini di Serrapetrona (cons. Consorzio tutela Vernaccia di Serrapetrona), Sandro Vecchioli Scaldazza di Montecassiano (amm. del. Smorlesi).
Dipendenti privati.
Domenico Capricciosi di Montelupone (istituto bancario), Mario Sabbatinelli di Montelupone (meccanico ascensorista).
Premio Donna Impresa.
Stefania Antonelli di Treia (az. L’Araba Fenice), Fiorella Baccelli di Macerata (Gruppo Ind. Faggiolati), Daniela Torretti di Civitanova (commercio libri, fumetti, videocassette), Simonetta Mosciatti di Macerata (apicoltura), Dania Battistelli di Civitanova (servizi turistici), Laura Bravi di Macerata (lavanderia).


Saipa, Ciocca e Cheria.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 dicembre 2006 - 6001 letture

In questo articolo si parla di disabili, lavoro, macerata, provincia di macerata, tolentino





logoEV
logoEV