counter

Nasce l’Osservatorio regionale del turismo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Consolidare il mercato nazionale, acquisire nuove quote all’estero (in particolare nel Nord e nell’Est Europa, senza tralasciare le potenzialità del continente americano), sostenere l’attività degli operatori, destagionalizzare l’offerta, rafforzare l’immagine del sistema Marche.
Sono questi gli obiettivi del Piano promozionale turistico 2007 che la Giunta regionale ha trasmesso in Consiglio per l’approvazione.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Tra le novità più rilevanti, va segnalata la costituzione dell’Osservatorio regionale del turismo. Un nuovo organismo che, a partire dal prossimo anno, affiancherà la Regione, gli enti locali e gli operatori nella pianificazione del marketing, nello studio delle tendenze in atto, nella valorizzatone delle risorse impiegate nel settore.

La programmazione del 2007 – spiega l’assessore regionale al Turismo, Luciano Agostiniriconferma la strategia del 2006, alla luce dei buoni risultati raggiunti nell’ultimo anno.
L’andamento della stagione turistica, infatti, è stato positivo e l’analisi dei dati premia le scelte operate dalla Regione. Ma il mercato è sempre in evoluzione e occorre assecondarne le tendenze con azioni mirate.
Privilegeremo, quindi, la qualità dei servizi, l’integrazione delle opportunità offerte dal territorio, le potenzialità dell’informatica, i grandi eventi come veicolo di promozione turistica
”.

Un significativo contributo di idee verrà dall’Osservatorio che è composto dai rappresentanti delle quattro Università marchigiane e da esperti del settore turistico.
La costituzione dell’organismo – sottolinea Agostini – è prevista dal testo unico approvato recentemente. La scelta conferma la volontà della Regione di imprimere maggiore forza al turismo come comparto fondamentale dell’economia marchigiana. La sua nascita non soddisfa, però, solo un’esigenza amministrativa, ma riflette la volontà di accompagnare le scelte politiche con il sostegno qualificato e la professionalità degli esperti del settore”.

Il programma promozionale turistico 2007 opererà in sinergia con gli altri strumenti di promozione regionale (agroalimentare, pesca, industria e artigianato), in modo da amplificare l’affermazione di un prodotto Marche a livello nazionale e internazionale. Gli interventi proposti dalla Giunta regionale si concentreranno sul fronte della comunicazione, della valorizzazione delle Marche (anche con campagne promozionali e pubblicitarie), della commercializzazione dei pacchetti turistici, dell’accoglienza. Le Marche parteciperanno anche alla realizzazione dei progetti interregionali: in particolare con Umbria, Lazio, Liguria, Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo.

L’andamento della stagione turistica 2006 (gennaio – settembre) è risultato positivo, con un incremento degli arrivi del 2,8% e delle presenze del 3,5%. In termini assoluti sono giunti nelle Marche 2.014.002 turisti (55.580 persone in più), mentre le presenze sono state 15.130.078 (512.328 pernottamenti in più). Gli italiani sono aumentati del 2,8% negli arrivi e del 2,7 nelle presenze. Gli stranieri hanno fatto registrare un più 3% negli arrivi e un più 9,3% nelle presenze. (r.p.)





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 dicembre 2006 - 1220 letture

In questo articolo si parla di regione marche, turismo, luciano agostini, regione





logoEV
logoEV