counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaresi: non possiamo accettare strumentalizzazioni politiche

1' di lettura
1266

Roberto Pesaresi, presidente della società Interporto Marche SpA risponde alle dichiarazioni del consigliere comunale Antonio Grassetti.

da Roberto Pesaresi
presidente Interporto
In relazione a quanto dichiarato dall’Avv. Grassetti e ripreso da alcuni quotidiani, invito chiunque a tenere fuori la nostra società dalla querelle politica cittadina e soprattutto a documentarsi.
La società Interporto Marche ha fatto la sua parte per quanto concerne la realizzazione dell’infrastruttura, nei tempi stabiliti e senza spendere nulla di più di quanto preventivato. Chi non ha mantenuto i patti sono stati l'Anas ed il governo di centro-destra.
I nostri lavori sono finiti, quelli dello svincolo dalla SS76 ancora devono incominciare. Di chi la responsabilità?
Se l’avv. Grassetti è interessato ad approfondire la questione venga pure in sede: studi, legga, si informi e poi rilasci tutte le dichiarazioni che ritenga opportune. I nostri uffici sono sempre aperti. Questo è un invito che vale per tutti gli esponenti politici.
E’ ora che si sappia che stiamo affrontando anche i problemi creati da altri e gli intralci alla piena funzionalità dell’opera da addebitarsi esclusivamente a soggetti terzi da chi amministra questa società. Proprio per questo motivo non possiamo accettare strumentalizzazioni politiche ed insulti e risponderemo a chiunque ci chiamerà in causa a sproposito. Roberto Pesaresi


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 novembre 2006 - 1266 letture