Tredicenne subisce violenze sessuali da diciassette minorenni

1' di lettura 30/11/-0001 -
Un vero orrore quello denunciato da una ragazzina di treidici anni, redisente ad Ancona, nel quartiere di Tavernelle, che ha sfogato il suo dolore e la sua vergogna raccontando prima ai genitori e poi alla Polizia di aver subito violenza sessuale da diciassette ragazzini, tutti di età compresa tra 13 e 17 anni.



Un baby-branco che avrebbe abusato ripetutamente della ragazzina, che frequenta le medie, filmando addirittura lo scempio con un telefonino. Le immagini potrebbero addirittura essere già stata divulgate su Internet.

Nella notte è scattato anche il maxi blitz della Polizia che ha portato alle prime perquisizioni nelle abitazioni dei diciassette minorenni, tutti di buona famiglia, accusati di stupro. Oltre a violenze a sfondo sessuale (sulla vicenda vige ovviamente il massimo riserbo degli inquirenti), la tredicenne avrebbe subito anche palpeggiamenti e atti simili protrattisi nel tempo.

L'idea della violenza sarebbe maturata nei ragazzini in ambito scolastico, avendo "addocchiato" la minorenne a scuola. Le violenze invece sarebbero state perpetrate in una abitazione e nel parco del Gabbiano.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 novembre 2006 - 1698 letture

In questo articolo si parla di penelope pitti, stupro, redazione, ancona





logoEV