Fano: il filosofo Gianni Vattimo presenta il suo ultimo libro

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sabato 4 novembre, alle 17,30, nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna il filosofo Gianni Vattimo presenta il suo ultimo libro "La vita dell’altro. Bioetica senza metafisica" edito da Marco Editore.

dal Comune di Fano
www.comune.fano.ps.it


L’incontro è organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano – Biblioteca Federiciana; con Vattimo saranno presenti l’assessore alla cultura Davide Rossi e il prof. Paolo Bonetti che introdurrà l’ospite.
Intellettuale torinese, filosofo di fama mondiale, docente universitario, Gianni Vattimo è noto ai più, in Italia come all’estero, per essere il teorizzatore del cosiddetto "pensiero debole".
L'idea che sta alla base di questa forma di pensiero è che non esiste alcuna possibilità, da parte del pensiero, di affermare o raggiungere una qualsiasi verità stabile o definitiva.
Lungi da avere connotati negativi, il “pensiero debole” è una filosofia che pensa la storia dell’emancipazione umana come una progressiva riduzione della violenza e dei dogmatismi e che favorisce il superamento di quelle stratificazioni sociali che da questi derivano.

Laureato in filosofia, Vattimo è docente all’Università di Torino dal 1964, dove è stato anche preside della facoltà di Lettere e Filosofia. “Visiting professor” nelle più importanti università americane (Yale, Los Angeles, New York University, State University of New York), ha tenuto seminari e conferenze in tutto il mondo e i suoi scritti sono stati tradotti in varie lingue.
Attualmente insegna Filosofia Teoretica all’Università di Torino, collabora come editorialista per giornali italiani e stranieri (La Stampa, Il manifesto, l’Unità, l’Espresso, El Pais, Clarin) ed è consigliere comunale di San Giovanni in Fiore in provincia di Cosenza.

La vita dell’altro è una raccolta di brevi scritti di argomento etico e bioetico pubblicati negli ultimi anni. Assieme a questi “frammenti”, che spaziano dalla contraccezione alla droga, dai dibattiti sulla natura dell’embrione ai problemi della sessualità, dall’eutanasia alla sperimentazione scientifica, sono presenti scritti di maggiore spessore teorico che aiutano a comprendere le motivazioni delle scelte morali che il filosofo compie sulle singole questioni.

Vattimo non crede all’autoregolazione dei processi biologici, così come non crede all’autoregolazione del mercato, e rivendica per gli uomini il diritto di scegliere liberamente e consapevolmente i modi della propria nascita, della propria sessualità e della propria morte.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 novembre 2006 - 1088 letture

In questo articolo si parla di fano





Array ( [0] => 00000 [1] => [2] => )