Grottammare incorona le giovani promesse della marcia tricolore

3' di lettura 30/11/-0001 -
Quella di ieri è stata proprio una domenica di sole, marcia e scudetti tricolori sul lungomare di Grottammare (AP).
Quest'anno, infatti, la trentacinquesima edizione del "Trofeo Serafino Orlini", appuntamento storico del "tacco e punta" organizzato dal Centro Marcia Solestà di Ascoli Piceno, ha messo in palio anche i titoli italiani di marcia individuali e di società per la categoria Allievi.



GROTTAMMARE INCORONA LE GIOVANI PROMESSE DELLA MARCIA TRICOLORE E all'appello tricolore hanno puntualmente risposto 100 marciatori in arrivo da tutta Italia, compresi i cadetti delle varie rappresentative regionali, impegnati nella rassegna di specialità che ha fatto da prologo all'evento. Tra gli under 15, la campionessa d'Italia in carica dei 5 km su pista, la pugliese Antonella Palmisano, ha fatto il bis anche sulla 4 km, imponendosi, con il crono di 20:24.0, sulla compagna di squadra Maria Luisa Corcella (21:30.0) e sulla lombarda Francesca Craba (21:38.0). Sesta la marchigiana Medith Paoletti (Apos Corridonia), al traguardo in 22:15.0. A livello maschile, la vittoria è andata, invece, a Andrea Previtali, portacolori della Lombardia, primo, dopo 6 km di marcia, in 28:03.0. Alle sue spalle il corregionale Giacomo Viganò (28:16.0) e il pugliese Giovanni Renò (28:40.0). Nella classifica per regioni, quindi, netto successo per la squadra della Lombardia, mentre, a livello di club, hanno trionfato i cadetti del G.A. Fiamme Gialle Simoni e le cadette del Cus Atletica 2000 Milano.

Alle 10.30 in punto è, invece, scattata la prima delle due sfide tricolori under 17 sulla distanza dei 10 km . Sul bel percorso della città rivierasca, le allieve più veloci sono state le piemontesi Francesca Grange dell'Atletica Canavesana (53:02.0) e Elisa Borio dell'Avis Bra (53:50.0) che hanno preceduto la sarda, già tricolore allieve 2006 dei 5 km, Claudia Bussu (Atl. Orani), terza in 53:58.0. Nono posto per la marciatrice dell'Apos Corridonia Francesca Montalboddi (56:16.0). A livello maschile, invece, con una gran volata finale l'abruzzese Riccardo Macchia (ASD Falco Azzurro), allievo del pluricampione e olimpionico azzurro Giovanni De Benedictis , ha fatto suo il titolo, superando in dirittura d'arrivo il pugliese Vito Di Bari (CUS Bari), 45:28:0 a 45:30.0. Terzo il neo-campione italiano su pista Federico Tentodonati (Cus Torino - 46:24.0).

A portarsi a casa il prestigioso Trofeo Orlini è stato, quindi, grazie alle ottime prove dei suoi portacolori, il G.A. Fiamme Gialle Simoni.

Grottammare, inoltre, alla vigilia della manifestazione aveva ospitato l'appuntamento conclusivo del corso per gli specialisti della marcia che ha avuto tra i relatori due personaggi di spicco come Vittorio Visini, tecnico caposettore nazionale della specialità, e Antonio La Torre, allenatore del marciatore, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atene 2004, Ivano Brugnetti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 ottobre 2006 - 1529 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal





logoEV