Urbino: Stefano Bartezzaghi apre Parole in Gioco

2' di lettura 30/11/-0001 -
Alle 11.00 nei locali della Serra d’Inverno di Palazzo Ducale sarà Stefano Bartezzaghi, il direttore artistico, ad aprire con una lecture dal titolo “Le Parole e il Gioco” il festival che da venerdì a domenica animerà le strade, le piazze, i luoghi più suggestivi e simbolici della città feltresca: da Palazzo Ducale al Teatro Comunale, dal Collegio Raffaello al Circolo cittadino, dalle strade alle piazze del centro storico.

da Parole in Gioco


Dopo i saluti delle autorità si entrerà subito nel vivo del programma che dalla mattina a notte fonda inonderà la città di parole, dette, lette, scritte, giocate, rappresentate, in incontri, laboratori, spettacoli, film, tornei, letture letterarie al caffè, reading, performance e recital. Il Festival, che conclude le celebrazioni urbinati dedicate al libro e alla parola, rientra nel progetto regionale Urbino Capitale dell’Utopia.

Avvio denso di attività e di proposte: dopo Bartezzaghi proseguiranno i Rapsodi con le performance in Piazza della Repubblica, la proiezione di “Zazie nel metro”, il reading di Andrea Bajani, lo spazio Il Caffè del Caffè con Ermanno Cavazzoni e Paolo Albani che poi si ripeterà ogni giorno.

Alle 15 primo giorno del Torneo “Incontri con la sfinge” diretto da Bartezzaghi, Chiara Lagani e Antonella Sbrilli: sono ammessi 20 giocatori al giorno ma il pubblico potrà non solo assistere ma partecipare al gioco come assistente e collaboratore, e ai vincitori verranno consegnati speciali premi. La giornata si concluderà al Teatro Sanzio con il recital di Ivano Marescotti “Invèll: da nessuna parte”. Sabato seconda giornata del torneo sul tema “Il gioco dei giorni narrati”, incontro con il neurobiologo Semir Zeki e prima assoluta dello spettacolo dei Fanny&Alexander, “Ada, cronaca familiare. Promenada”. Domenica ultimo giorno del torneo con tema “Il crittogramma”, workshop del gastronauta Davide Paolini, incontro di filosofia minima con Armando Massarenti e conclusione del festival con il reading di poesia di Patrizia Valduga.

Ogni giorno la compagnia Rapsodi animerà il centro storico, Andrea Bajani farà i suoi workshop, e vari studiosi e critici cinematografici presenteranno i film. Il programma dettagliato del festival è disponibile sul sito: www.paroleingioco.it

“Ci siamo molto divertiti nel preparare questo festival- ha detto Maria Perosino, curatrice dell’iniziativa insieme a Bartezzaghi- adesso speriamo che si diverta il pubblico, che partecipi e lo viva nella sua dimensione intellettuale ma anche ludica: questo è il senso del progetto, questa è la chiave del programma”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 ottobre 2006 - 1243 letture

In questo articolo si parla di urbino





logoEV