Sant’Agata Feltria: il tartufo su Linea Verde

2' di lettura 30/11/-0001 -
Una troupe della trasmissione “Orizzonti di Linea Verde” sarà domenica prossima (8 ottobre) a Sant’Agata Feltria in occasione del secondo week-end della 22° Fiera Nazionale del tartufo bianco pregiato e dei prodotti agro-silvo-pastorali, per realizzare un ampio reportage sui prodotti del sottobosco tra cui il “Re” della tavola e la gara di cerca la tratufo.



Le riprese saranno seguire dal regista Stefano Mencherini e andranno in onda a breve nel programma di Rai 1 sulla fascia mattutina dalle 10 alle 10,30.
Nella seconda domenica, come tradizione, i protagonisti saranno gli amici a quattro zampe che dovranno cimentarsi e sfidarsi per dimostrare di essere il miglior cane nella ricerca del pregiato tubero. Assieme ai loro padroni, i fedeli compagni dell’uomo si ritroveranno a Sant’Agata Feltria Vado per il consueto appuntamento della Gara Nazionale di cerca al tartufo bianco pregiato.
L’appuntamento si svolge a partire dalle 9 al Parco della cittadina dell’alta Val Marecchia. A scendere sul terreno di gara, dove saranno seminati tartufi, gli abili cani che con il loro infallibile fiuto dovranno recuperare il più alto numero di tuberi in minor tempo, per aggiudicarsi l’ambito trofeo. Gli animali dovranno però ottenere anche un elevato punteggio che acquisiranno durante la prova mettendo in evidenza le particolari tecniche di ritrovamento, segnalazione al padrone e recupero dal sottosuolo del tubero.

Nella stessa giornata Sant’Agata Feltrai vive la seconda giornata della rassegna fieristica, in calendario tutte le domeniche fino alla fine del mese. Ipnotizzati dal carisma della "trifola", le migliaia di visitatori troveranno anche quest'anno, accanto al celebre tubero, tutti i prodotti autunnali che questa generosa terra appenninica offre: funghi, castagne, miele, erbe officinali, prodotti della pastorizia e della agricoltura e, inoltre, manufatti dell'artigianato rurale ed artistico.

Ma la fiera è anche momento d’incontro per gustare le numerose specialità, a base di tartufo e funghi, tra le più raffinate e squisite della cucina nazionale ed internazionale.

Le vie, le piazze, gli angoli più caratteristici dell'incantevole borgo medioevale della cittadina, celebre per la sua maestosa rocca, a pochi passi dalla Toscana e Romagna e che si fregia del marchio "Città del Tartufo", si riempiono di odori inebrianti ed esaltanti, vera delizia per i buon gustai.

Per tutta la durata della manifestazione si susseguiranno mostre di alto valore culturale. Diversificate occasioni di intrattenimento e spettacoli musicali, itineranti e di animazione per i più piccoli. Ogni fine settimana degustazioni di vini, con apertura delle cantine storiche e spazi espositivi dedicati all’enologia.

Infolinee: 0541/848022 o www.santagatainfiera.com





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 ottobre 2006 - 1211 letture

In questo articolo si parla di sant'agata feltria