counter

Castelleone: Pamela è tornata a casa

1' di lettura 30/11/-0001 -
Nel pomeriggio di venerdì Pamela Guiducci è tornata a casa.
E' stata rinchiusa nel carcere di Casablanca in Marocco per 10 mesi, da quando nel camper con cui viaggiava insieme al marito Fabrizio Catalani è stato trovato un carico di droga. "E' stato messo li da un Italiano per distogliere l'attenzione da un carico di maggiore importanza" racconta Pamela.

di Michele Pinto
michele@vivere.marche.it


Ma oggi è il giordo della festa e dell'abbraccio con la figlia. Le denunce e le polemiche aspetteranno domani.
Pamela è spaesata. Non si muove più con naturalezza nella sua stessa casa, dopo tanto tempo.

La gioia in lei e nella famiglia che la circonda di affetto è tanta, ma è rovinata dal ricordo delle sofferenze passate e dal pensiero di Fabrizio che si trova ancora in carcere.
Pamela è arrivata a Castelleone di Suasa verso le 4 del pomeriggio. "Volevamo prepararle un'accoglienza festosa con tanti palloncini - racconta il fratello Fabrizio - ma Pamela ci ha anticipato: è arrivata a casa con più di un'ora di anticipo".
Ad accoglierla all'aereoporto di Bologna è andato lo zio che l'ha accompagnata a casa.


L'abbraccio con la figlia

Pamela nel terrazzo del suo appartamento


Fabrizio, il fratello, con la ragazza, Pamela, la figlia e la cugina costanza.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 luglio 2006 - 2116 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, redazione





logoEV
logoEV