counter

La Regione approva il rendiconto e l'assestamento di bilancio 2006

3' di lettura 30/11/-0001 -
Il Consiglio Regionale ha approvato nella seduta odierna due atti fondamentali di programmazione economica e finanziaria come il Rendiconto Generale 2005 e l’assestamento al Bilancio 2006.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Il Rendiconto Generale fa luce sulle dinamiche finanziarie che hanno caratterizzato la gestione 2005 (stanziamento di competenza pari a 4.297 milioni di euro) ed evidenzia una significativa corrispondenza fra previsioni di entrata e di spesa iniziali e definitive.

Se il saldo finanziario al 31 dicembre 2005 risulta negativo di 144 milioni di euro (rispetto ai 100 di un anno prima), la gestione complessiva registra un miglioramento di oltre 147 milioni e, aspetto fondamentale, il debito si riduce di oltre 51 milioni di euro.

L’assestamento del Bilancio 2006 (4.921 milioni di euro è la spesa definitiva prevista di cui 4016 di natura corrente e 905 di investimenti), oltre che tradurre in dati certi i valori solo stimati al momento della predisposizione del Bilancio regionale iniziale, registra anche le variazioni degli stanziamenti di entrata e di spesa necessarie per far fronte alle esigenze emerse nella prima metà dell’esercizio 2006.

Rispetto al Bilancio di previsione iniziale, le principali spese aggiuntive riguardano: 2 milioni di euro per l’Aerdorica; 417.000 euro per lo smaltimento dei rifiuti dell’azienda Agroter; 3.172.000 euro per anticipare il finanziamento di cui alla legge regionale 18/96 a favore dei disabili; 1.500.000 euro per oneri derivanti dal concordato fallimentare del Cemim; 1.000.000 per la sistemazione dei due palazzi recentemente acquisiti dalla Regione Marche, cioè l’ex Mediocredito e l’ex Ferrovie; 4.224.000 euro per integrare gli investimenti già previsti nell’Intesa di Programma per lo Sviluppo attivando così una disponibilità di oltre 43 milioni di euro; 2.000.000 per l’aggiornamento dei contratti dei servizi in essere e per il cofinanziamento degli investimenti in infrastrutture, nel Trasporto Pubblico Locale (Tpl) e nella rete ferroviaria.

Il dibattito di approvazione dei due atti ha permesso di approfondire non solo gli aspetti di carattere finanziario ma anche le problematiche più rilevanti attualmente al centro dell’impegno della Regione Marche. L’Assessore al Bilancio Pietro Marcolini ha richiamato la situazione di grave crisi finanziaria in atto nel Paese, prevedendo le iniziative necessarie a ridurre le conseguenze negative sulle attività della Regione, a partire dall’entità delle risorse per il finanziamento della Sanità.

Inoltre l’Assessore ha evidenziato la trasparenza dei dati e delle informazioni contenute dei due documenti approvati, sottolineando comunque l’esigenza di garantire una sempre maggiore partecipazione delle forse sociali e del Consiglio regionale, comprese le forze politiche dell’opposizione, alle scelte finanziarie della Regione.

“Il Bilancio assestato – ha concluso Marcolini conferma l’impegno regionale a sostegno della coesione sociale e dello sviluppo economico che rafforza le scelte strategiche alla base della ricerca di risorse aggiuntive nazionali e comunitarie, del monitoraggio del grado di conseguimento dei risultati ottenuti e della realizzazione del piano di interventi volti a ridurre il gap infrastrutturale delle Marche".





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2006 - 932 letture

In questo articolo si parla di regione





logoEV
logoEV