counter

Ancona: Folk concerto, musica celtica in Europa

4' di lettura 30/11/-0001 -
Dal 25 luglio al 15 agosto ad Ancona, Castelfidardo, Fermo, la IX edizione della rassegna promossa dal Centro studi Oriente-Occidente, dedicata alla tradizione folk dell’Europa occidentale e atlantica, fra gli ospiti il galiziano Carlos Nunez (nella foto).

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


E’ la musica celtica in Europa l’ispirazione della IX edizione di Folk Concerto, la rassegna promossa dall’associazione culturale Centro studi Oriente-Occidente di Ancona, che, per prima, ha introdotto nelle Marche la musica della tradizione folk, attualizzata, delle aree dell’Europa occidentale e atlantica, e che vuole approfondire un legame storico con la regione, dovuto alla presenza dei Galli Senoni, i Celti delle Marche.

I sei concerti della rassegna, con la direzione artistica di Giuseppe A. Possedoni, vedono la collaborazione dell’assessorato alla Cultura della Regione Marche, Comune e Provincia di Ancona, Comune di Fermo, Comune di Castelfidardo, Associazione Cavalcata dell’Assunta di Fermo, si svolgeranno fra Ancona, Castelfidardo e Fermo fra il 25 luglio e il 15 agosto, tutti ad accesso gratuito.

Il debutto della IX edizione spetterà ad Irish Fusion in piazza del Popolo a Fermo, il 25 luglio alle 22. Il supergruppo, composto da 7 musicisti italiani, fra cui il Birkin Tree featuring Fabio Vernizzi Trio, e da 4 irlandesi, presenta uno spettacolo all’insegna della fusion, di originali commistioni fra musica irlandese, folk e jazz. I componenti irlandesi, Cyril O’Donoghue, cantante, Tony O’Connell, musicista, Niamh Parsons, voce, Graham Dunne, chitarra, aggiungono alla performance il tocco della più pura tradizione musicale dell’isola.

A Castelfidardo (An), il 30 luglio alle 21.30, nel Parco delle Rimembranze del Monumento, suoneranno Martin Hayes & Dennis Cahill e Arz Nevez. Il violinista irlandese Hayes e il chitarrista americano Cahill, che replicheranno il 1 agosto ad Ancona, possiedono una straordinaria affinità musicale, che li eleva fra i più rari connubi artistici dell’attualità per aver condotto la musica tradizionale irlandese agli estremi confini del suo genere. Uno spettacolo indimenticabile, che Hayes descrive come una “conversazione a tre, fra noi due e la musica”. Il gruppo Arz Nevez, che tradotto vuol dire “Arte nuova”, rivisitano il patrimonio musicale tradizione della Bretagna con una sensibilità tipica di interpreti di classica, con la purezza espressiva della musica da camera.

Il 31 luglio, in piazza del Popolo a Fermo, ci sarà il ritorno di Vincenzo Zitello, primo divulgatore dell’arpa celtica in Italia, che ha collaborato, fra gli altri, con Franco Battiato, Ivano Fossati, Rossana Casale, Alice e che, nel 2000, ha partecipato al “Concerto per il Giubileo” componendo le musiche della messa. Fra le collaborazioni di Zitello, c’è Carlos Nunez, che si esibirà nella stessa serata con la sua band, considerato oggi il più grande musicista al mondo di “gaita”, la cornamusa galiziana, strumento che ha cominciato a suonare a 8 anni, nella sua città d’origine Vigo (Galizia). Ha composto la colonna musicale del film di Alejandro Amenabar “Il mare dentro” nel 2004, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e vincitore sia del Golden Globe sia dell’Oscar come miglior film straniero.

Il 1 agosto, Folk Concerto arriva ad Ancona, alle 21.30 in piazza del Plebiscito, dove si esibiranno Martin Hayes & Dennis Cahill e gli scozzesi Session A9. Il gruppo è il sogno, diventato realtà, di Charlie McKerron, il violinista più affermato dei Capercallie. E’ il risultato di una serie di sessions tenute girando in lungo e in largo la Scozia, da cui il gruppo prende il nome, la A9 è l’autostrada che collega il nord della Scozia, e che ha creato la collaborazione tra alcuni dei più raffinati e innovativi violinisti del Paese.

Al Parco del Cardeto di Ancona, il 4 agosto alle 21.30, si svolgerà la “Celtic Fest: Music & Dance”, che avrà come protagonisti gli italiani Inisfail, sei giovani ma già esperti musicisti dell’Insubria, l’area di Varese-Saronno, che propongono uno spettacolo brioso di musica e danza irlandesi, accompagnati da quattro ballerini della scuola Gens d’Ys e che, insieme, costruiscono una festa gioiosa, adatta a coinvolgere il pubblico con le voci e la cornamusa irlandese.

La IX edizione di Folk Concerto si chiuderà il 15 agosto a Fermo, alle 22 in piazza del Popolo, con Urban Trad, gruppo belga che, come la sua denominazione suggerisce, è una band che trae ispirazione dalla musica tradizionale ma saldamente ancorata all’attualità.

La IX edizione di Folk Concerto è realizzata in collaborazione con Regione Marche-assessorato alla Cultura “Estate Marchigiana”, Provincia di Ancona-assessorato alla Cultura, Comune di Fermo-assessorato alla Cultura “Gusta Fermo-Estate sotto le stelle”, Comune di Ancona-assessorato alla Cultura ed “Estate al Cardeto 2006”, Comune di Castelfidardo “Estate Castellana”, Associazione Cavalcata dell’Assunta di Fermo e con il sostegno di ristorante Strabacco di Ancona, Aniballi Grafiche di Ancona, Hotel Roma & Pace di Ancona, Show, allestimenti audio-video-luci di Ancona.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 luglio 2006 - 2760 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, ancona, castelfidardo, fermo, samuele sabatini, regione





logoEV
logoEV