counter

Urbino Musica Antica

3' di lettura 30/11/-0001 -
Dal 19 al 28 luglio 2006 Urbino, la città marchigiana patrimonio dell’Unesco, celebre per la dinastia dei suoi Duchi dai Montefeltro ai Della Rovere (dal 1400 al 1600), per aver dato i natali a diversi artisti del calibro di Raffaello e Barocci, e per i suo prestigiosi monumenti, ospita la 38° edizione ‘Urbino Musica Antica’.



Come ogni estate, Urbino si immerge in un’atmosfera del tutto particolare, dove la musica è protagonista assoluta. Corsi, Festival e Mostra di strumenti antichi saranno al centro di un’intensa settimana che convoglierà, nella città marchigiana, centinaia di musicisti e appassionati che arrivano da tutto il mondo per frequentare lezioni di canto, danza, musica medievale, rinascimentale e barocca.

I corsi, come negli anni passati, si svolgeranno al mattino con lezioni individuali di canto o strumento, e in laboratori pomeridiani di musica da camera, orchestra, e danze.

Quest’anno i corsi avranno tre indirizzi ai quali si atterrano i vari insegnamenti: Mozart e dintorni con l’intento di celebrare i duecentocinquantanni dalla nascita del grande compositore. Questo tema vedrà impegnarsi, oltre al corso di fortepiano tenuto dalla professoressa Temenuschka Vesselinova, anche i corsi di archi e fiati i cui allievi saranno convogliati nell’orchestra barocca che come ogni anno si esibirà nel concerto conclusivo del 27 luglio nel cortile d’onore di Palazzo Ducale.

Secondo indirizzo ‘L’ars nova’ del Codice Rossi 215 argomento che con l’Ensemble LaReverdie impegnerà il gruppo di musica medievale.

Terzo ‘Monteverdi, Il ballo delle Ingrate’ che vedrà la collaborazione di alcuni gruppi di musica da camera coordinati da Andrea Damiani e i danzatori di Barbara Sparti che nel laboratorio pomeridiano si cimenteranno nella coreografia di tali danze.

L'obiettivo dei Corsi - che la Fondazione Italiana per la Musica Antica ripropone pur nelle sue variazioni dovute a particolari periodi di ricorrenza storica - è, ed è sempre stato, quello di costituire un appuntamento per tutti i musicisti italiani e stranieri appassionati degli strumenti antichi, volto a perfezionare le tecniche di esecuzione ed interpretazione della musica medievale, rinascimentale, barocca, e quest'anno anche classica, grazie alla presenza tra i docenti dei migliori specialisti in questo ambito.

Il progetto didattico si articola a tal fine non solo nelle lezioni individuali quotidiane, ma altresì in una serie di attività collaterali culminanti nei concerti pubblici, riservati agli allievi più meritevoli, ai quali sono anche assegnate borse di studio su segnalazione dei docenti.

Novità del 2006 il corso di corno, quello di violone, clarinetto antico, fortepiano e il corso di musica moderna per flauto dolce. L'articolazione dei corsi conserva dunque la sua struttura e la ricchezza qualitativa delle proposte, con l'intenzione di andare incontro alle specifiche richieste degli allievi di musica, continuando ad essere uno dei più importanti e meglio organizzati corsi di Musica Antica di tutta Europa.

Collateralmente ai corsi che costituiscono lo ‘zoccolo duro’ di ‘Urbino Musica Antica’ si svolge il Festival che negli ultimi anni ha raggiunto livelli di altissima qualità, con parecchi concerti eseguiti nel cortile d’onore o nella Sala dei Banchetti di Palazzo Ducale, mentre nella Chiesa di San Francesco sarà eseguito il concerto di organo dove Francesco Di Lernia proporrà una miscellanea di brani tratti dalla grande tradizione organistica europea con particolare riguardo per la musica italiana e l’influenza che questa ha esercitato sui compositori d’oltralpe.

A completare questa immersione totale nella musica d'arte vi è poi la Mostra di strumenti antichi e antiquariato musicale, che si svolgerà dal 23 al 25 luglio. Questa rassegna è diventata un insostituibile punto di incontro fra musicisti e costruttori di strumenti musicali. Strumenti che vengono realizzati a mano con grande cura, secondo tecniche che consentono di ottenere manufatti del tutto simili a quelli del passato.

Infolinee: 06.3210.806





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 luglio 2006 - 1209 letture

In questo articolo si parla di musica, urbino





logoEV
logoEV