counter

Treia: si riuniscono i dirigenti delle proloco di tutta Italia

3' di lettura 30/11/-0001 -
Uno dei “Borghi più belli d’Italia”, Treia, e il territorio della provincia di Macerata ospiteranno per quattro giorni 95 dirigenti provinciali delle Pro loco di tutta Italia. Sono i partecipanti al Corso nazionale di formazione organizzato dall’Unpli (Unione nazionale Pro loco d’Italia) da giovedì 13 a domenica 16 luglio nella Scuola regionale di formazione per la Pubblica amministrazione che ha sede a Treia.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.macerata.it


Corsisti, accompagnatori e ospiti – provenienti da tutte le regioni – potranno così scoprire le bellezze del territorio maceratese. Il corso, infatti, è stato impostato per essere non solo finalizzato allo svolgimento dell’attività di formazione, ma anche per promuovere turisticamente le Marche e, in particolare, la provincia di Macerata. Il tema generale sarà: “Le Pro loco d’Italia verso un futuro di qualità. Le nuove frontiere del volontariato turistico”.

La parte teorica è orientata all’approfondimento dei temi del turismo, con riferimento alla qualificazione delle attività di promozione e assistenza turistica svolta dalle Pro loco. Oltre alle “lezioni”, il programma dell’iniziativa prevede anche visite guidate e degustazioni di prodotti tipici.
Venerdì 14 il gruppo sarà accolto allo Sferisterio e assisterà a una delle prove della “Turandot”, l’opera di Puccini che debutterà il 30 luglio prossimo alla stagione lirica 2006. Quindi, sabato 15, gli ospiti saranno accompagnati in due tour: il primo – ribattezzato “La cultura, la religiosità, il mare e lo shopping” – li porterà a Recanati, Loreto, Porto Recanati, Civitanova Marche, Montecosaro, Morrovalle (outlets) e Macerata; il secondo – denominato “La cultura, l’enogastronomia e la vallata dei laghi” – li condurrà invece a San Severino per la mostra su “I pittori del rinascimento”, a Matelica per il museo archeologico e una degustazione di vini dell’area del Verdicchio, nonché ai laghi di Polverina e Caccamo e alla centrale idroelettrica di Valcimarra nell’ambito del progetto “Centrali aperte” dell’Enel. Infine, sempre sabato, le Pro loco del maceratese organizzeranno una cena di fine corso per tutti i partecipanti a base di prodotti enogastronomici di tradizione.

Le finalità del corso e gli aspetti organizzativi dell’iniziativa sono stati presentati nella sala consiliare della Provincia, a Macerata, ente che ha dato il proprio sostegno all’organizzazione. Erano presenti – fra gli altri – il presidente nazionale dell’Unione italiana delle Pro loco, Claudio Nardocci, il vice presidente della Provincia, Donato Caporalini, il responsabile nazionale della formazione per le Pro loco, Mario Perrotti, il presidente regionale Unpli, Marco Pacella, il sindaco di Treia, Luigi Santalucia, il presidente del Sistema turistico “Terre dell’Infinito”, Luciano Farroni, e il vice presidente della Comunità montana di San Severino, Corrado Speranza.

Nel suo intervento introduttivo l’assessore Caporalini ha messo in evidenza l’importanza del corso, sia per il territorio maceratese, sia per la formazione degli operatori, e ha ringraziato le associazioni Pro loco “perché il loro costante e generoso impegno risulta fondamentale per la vita delle nostre comunità, soprattutto delle realtà più piccole dove la Pubblica amministrazione da sola non riuscirebbe a offrire un buon servizio al turismo e al tessuto socio-culturale locale”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 luglio 2006 - 1468 letture

In questo articolo si parla di turismo, provincia di macerata, treia