counter

Macerata: rimane in carcere Bruno Carletti

1' di lettura 30/11/-0001 -
È del giudice per le indagini preliminari di Macerata la decisione: Bruno Carletti rimarrà in carcere con l'accusa di tentato omicidio premeditato nei confronti dell'ex-moglie Francesca Baleani.

di Enrico Paolini
redazione@iverelemarche.net


Prima l'ha colpita con un bastone, per poi tentare di strangolarla con un cavo del telefono e infine l'ha rinchiusa in un sacco porta abiti, gettandola in un cassonetto poco distante. Poco ha potuto fare la donna, priva di sensi, fino al momento in cui si è risvegliata, cominciando a lamentarsi: i lamenti sono stati uditi da un giovane studente diciottenne, Andrea Stortoni, e grazie a lui la donna è stata liberata.

I sospetti delle forze dell'ordine sono caduti subito sull'ex-marito Bruno Carletti, che dopo un'ora di interrogatorio ha confessato l'accaduto: i due stavano tentando una riconciliazione, e apparentemente si stavano riavvicinando, quando una qualche lite è sorta, causando in qualche modo l'ira di Carletti, che ha aggredito la donna, cominciando appunto con un bastone che Baleani aveva in casa per uso domestico.

La perplessità sulle azioni di Carletti è molto forte, specialmente in coloro che gli erano vicini. Egli, direttore del Lauro Rossi, era giudicato da tutti come una persona molto calma e pacata, che non si concedeva nemmeno di alzare la voce con qualcuno, ed è stato molto difficile metabolizzare la notizia. Carletti rimarrà comunque in carcere, come stabilito dal gip di Macerata: l'accusa è di tentato omicidio premeditato.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 luglio 2006 - 3141 letture

In questo articolo si parla di macerata, provincia di macerata, tentato omicidio





logoEV
logoEV