counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Silvia Mezzanotte, la cantante ex Mattia Bazar a Fermignano

4' di lettura
2664

La cantante ex Mattia Bazar concorrente di Music Farm (Rai 2) sarà dal 30 maggio per provare il suo nuovo spettacolo e il 2 giugno data zero del tour estivo da Fermignano.

Silvia Mezzanotte sarà a Fermignano per provare il suo nuovo spettacolo e per la data zero del suo nuovo tour estivo. Dopo il successo mass-mediatico ottenuto con il programma Music Farm di Rai 2, la bella Mezzanotte approda a Fermignano il 30 maggio, per restarci fino al 2 giugno, data del suo debutto nazionale.

Silvia darà vita ad un nuovo spettacolo accompagnata da una band, il repertorio da solista con brani recenti sarà affiancato da tutti i vecchi successi cantati con i Mattia Bazar che l’hanno vista vincitrice al Festival di Sanremo.

La Mezzanotte nasce e vive a Bologna, città che ama visceralmente per tutto ciò che ha saputo trasmetterle: la grande energia ma anche la straordinaria capacità di assaporare la vita in ogni cosa, piccola o grande. Silvia fa le sue prime apparizioni a sedici anni. Nel 1990, giovanissima, arriva la sua prima vera occasione: partecipa al festival di Sanremo nella categoria Giovani con la canzone Sarai grande ottenendo il quarto posto. Nei dieci anni seguenti collabora con altri artisti, in qualità di corista, e partecipa alla realizzazione di diversi album e tour di Laura Pausini, Francesco De Gregori, Andrea Bocelli e Mia Martini.

Nel 1999, Giancarlo Golzi, leader storico dei Matia Bazar, le chiede di entrare nella band, in fase di rifondazione. Con i “nuovi” Matia, partecipa a tre edizioni di Sanremo. Nel 2000, con la canzone “Brivido caldo”, che dà anche il titolo all’album, e arrivando al settimo posto della classifica. Parte la tournée e viene pubblicato l'album, inciso anche in spagnolo per il mercato iberico. Nel 2001, con la canzone “Questa nostra grande storia d’amore”. Salgono sul podio piazzandosi al 3° posto. Esce l’album “Dolce canto”. Alle tappe italiane della tournée estiva si aggiungono diverse date in Russia e in altri paesi dell’Est Europa.

Il 2002 è l’anno della consacrazione con la canzone “Messaggio d’amore”: il gruppo vince il festival di Sanremo.

A fine tour, esce il primo album live dei Matia Bazar, “Messaggi dal vivo”. La voce di Silvia Mezzanotte interpreta successi di ieri e di oggi da “Cavallo bianco” a “Ti sento”, da “Non abbassare gli occhi” a “Vacanze romane”, da “Brivido caldo” a “Messaggio d’amore”. Un nuovo progetto prende spazio nella vita artistica di Silvia: dal 2003 è “supervisor” dei corsi della scuola di canto “Labomusica” di Modena, dove periodicamente partecipa alle lezioni per dare preziosi consigli tecnici e interpretativi

Il 2004 nasce all’insegna di un’importante decisione: Silvia lascia i Matia Bazar per intraprendere la carriera solista.

“È stata una decisione sofferta ma coerente con il mio desiderio di esprimermi liberamente attraverso canzoni che rappresentino al meglio la mia anima, con un linguaggio e un modo interpretativo che mi identifichino totalmente –commentava la Mezzanotte nel 2004- non più costretta ad equilibrismi e ad esibizioni di bravura tecnica, ma piuttosto concentrata nel portare più vicino a chi mi ascolta la comprensione del testo e l’emozione della storia che racconto”.

Il nuovo percorso artistico nasce nel 2005 insieme al produttore Alessandro Colombini (Battisti-Bennato-Dalla-DeGregori-P.F.M.-Banco-Venditti-Zarrillo), amico di vecchia data, che accetta di produrre Silvia e traccia l’itinerario artistico da seguire.

Il primo cd singolo è dello scorso giugno e contiene le canzoni “Tanto tanto amor”, di Goffredo Orlandi (testo di Vincenzo Incenzo), autore della canzone con cui nel 2004 Masini ha vinto Sanremo; e “Giura adesso” di Saverio Grandi (cantautore e coautore di successi per altri e, in particolare, di Vasco Rossi, Laura Pausini e degli Stadio, di cui è anche produttore degli ultimi album), che ha curato anche gli arrangiamenti.

È in uscita il suo nuovo album.

L’evento di Fermignano è voluto dalla Pro Loco e amministrazione comunale.

Infolinee: 0722.330523


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 maggio 2006 - 2664 letture