counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Sinfonie d'organo: un progetto di successo

2' di lettura
1046

Giovedì 25 maggio, alle ore 21,15 presso la Chiesa di S. Venanzio di CAMERINO, si conclude il ciclo di concerti SINFONIE D’ORGANO, un progetto culturale per la valorizzazione del patrimonio degli antichi organi delle Marche realizzato dalla FORM con il contributo della Provincia di Macerata.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it

Inauguratosi a Cingoli lo scorso giovedì 18 maggio, il progetto sta riscuotendo un successo superiore ad ogni aspettativa.
Il pubblico, attratto dalle bellezze naturali ed artistiche dei luoghi toccati dal tour di concerti, dal fascino degli antichi organi e dall’interesse della proposta musicale, incentrata su alcune delle più belle sonate da chiesa per organo e orchestra di Mozart affiancate da opere di Haydn, Vivaldi, Pergolesi e Bach, è accorso numeroso a tutti gli appuntamenti, raggiungendo, dai centri più diversi della nostra regione, sia città normalmente frequentate come Civitanova Alta, dove il concerto, organizzato in collaborazione con l’Associazione “P. A. Conti”, ha visto la partecipazione di un gran numero di ascoltatori, sia i luoghi più decentrati, come Macereto presso Visso, sede di uno splendido santuario rinascimentale immerso fra il verde dell’Appennino marchigiano, o come la Chiesa di Santa Maria del Piano nel territorio di Serravalle di Chienti, all’interno della quale si conserva un piccolo, rarissimo organo processionale di straordinario valore artistico.
Una proposta di successo, dunque, che dimostra quanto la connessione fra musica di qualità, arte, paesaggio e folklore locale possa andare incontro anche alle esigenze del turismo, e che per questo, come nelle intenzioni della FORM, è destinata in un futuro prossimo a varcare i confini del territorio maceratese estendendosi anche alle altre province marchigiane.
Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito internet dell'Orchestra: www.filarmonicamarchigiana.com


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 maggio 2006 - 1046 letture