counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Prima Conferenza regionale a Portonovo sulla cooperazione internazionale

2' di lettura
1119

La Regione Marche ha organizzato - nella giornata di giovedì 25 maggio, a partire dalle ore 9.30, presso l’hotel “La Fonte” di Portonovo - la Prima conferenza regionale sulla cooperazione e la solidarietà internazionale.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

Con “Costruire uno sviluppo possibile”, tema della conferenza, verranno presentate le attività di solidarietà e cooperazione allo sviluppo promosse nel periodo 2002 – 2005. Inoltre, l’iniziativa vuole anche verificare il modello di cooperazione utilizzato in questi anni per migliorarlo e condividerlo con Enti locali, organizzazioni non governative, associazioni di volontariato, organizzazioni di categoria, università marchigiane e con tutti i soggetti pubblici e privati.

Nel corso dell’incontro sarà presentato il volume ”Cooperazione allo sviluppo, solidarietà internazionale e promozione della cultura di pace: le attività della Regione Marche negli anni 2002 – 2005” relativo alla mappatura degli interventi realizzati.

Durante i lavori della conferenza, saranno condivise le significative esperienze maturate nella realizzazione dei progetti in Africa, America Latina, Balcani, Medio Oriente, Sud Est Asiatico e saranno discussi i documenti emersi dal confronto dei tavoli di lavoro attivati con i rappresentanti del territorio sui temi delle politiche sociali e sanitarie, sviluppo locale, ambiente e pianificazione territoriale, gestione delle emergenze, cultura della pace e nuova programmazione comunitaria.

Un momento di confronto utile per la definizione del sistema di cooperazione che interagisce con la dimensione locale, nazionale e internazionale in vista della nuova programmazione triennale delle attività 2007 – 2009. Presenti all’incontro, tra gli altri, il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, un rappresentante del ministero degli Affari Esteri e rappresentanti delle istituzioni e università.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 maggio 2006 - 1119 letture