counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Regione: presentato a Roma il progetto Etichetta Facile

3' di lettura
1052

E’ nato il progetto “Etichetta facile”, un programma per conoscere gli obiettivi della politica Agricola Comune europea e i concetti base per un’alimentazione sana e sicura.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

E’ nato il progetto “Etichetta facile”, un programma per conoscere gli obiettivi della politica Agricola Comune europea e i concetti base per un’alimentazione sana e sicura. Informazioni che vengono divulgate da un audiovisivo, da un questionario e da schede plastificate contenenti i marchi di qualità UE, distribuiti nelle scuole, che descrivono gli elementi dell’etichetta e spiegano i vari logo sui prodotti agro alimentari comunitari.

Presentato a Roma (presso la sala udienze provincia di Roma, palazzo Campanari, via IV novembre 149), il progetto “Etichetta facile” è stato realizzato dalla Regione Marche insieme con l’Arsial – Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio, e la Provincia di Roma e cofinanziato dalla Commissione Europea – Direzione generale dell’Agricoltura – nell’ambito delle azioni di informazioni sulla Pac, la politica agricola comune.

L’assessore all’Agricoltura della Regione Marche, Paolo Petrini, ha espresso soddisfazione per l’iniziativa: “Le Marche, dopo l’acquisizione del Marchio regionale di qualità “QM – Qualità garantita dalle Marche” recentemente approvato dalla commissione Europea, procedono ancora verso progetti che mirano all’eccellenza: Etichetta facile è la testimonianza dell’impegno della Regione a valorizzare ed esaltare i prodotti italiani tutelando, allo stesso tempo, i consumatori. In questo caso, il progetto informa i consumatori più giovani su cosa va letto e cosa c’è dietro le etichette, l’origine dei prodotti, orientando al meglio le scelte di ciascuno”.

Hanno partecipato all’appuntamento di oggi l’assessore all’Agricoltura della Regione Lazio, Daniela Valentini e l’assessore alle Politiche dell’Agricoltura e dell’Ambiente della Provincia di Roma, Sergio Urilli. In sala anche gli studenti della scuola “Esopo” di Roma che hanno preso parte alle riprese dell’audiovisivo.

Il progetto, nell’ambito delle azioni di informatizzazione sulla Pac, ha la finalità di diffondere i vari simboli di etichettatura previsti dall’Unione Europea e le garanzie offerte dai sistemi comunitari ai riferimenti geografici e ai metodi di produzione specifici. Nell’etichetta si trovano tutte le indicazioni, i marchi, le immagini e i simboli che si riferiscono al prodotto. E’ dunque una sorta di “carta d’identità” del prodotto agricolo ed alimentare che tutela il consumatore e informa nel modo più adeguato per favorire la libera circolazione delle merci.

Come ha spiegato nel dettaglio Fabio Massimo Pallottini, commissario straordinario dell’Arsial, “il progetto mira alla diffusione della cultura e degli obiettivi della politica comunitaria su concetti di tracciabilità di un prodotto agro alimentare e sulla sicurezza alimentare. Una sensibilizzazione che parte dalla scuola e per questo, alle elementari e medie inferiori, è stato distribuito un audiovisivo appositamente realizzato per descrivere gli elementi dell’etichetta e i vari logo apposti sui prodotti”. Proiettato questa mattina in sala, il film è strutturato come una sorta di percorso guidato all’utente: dalla conoscenza all’utilizzo dell’etichetta quale strumento fondamentale per una sana e sicura alimentazione.

I simboli di etichettatura previsti dall’Unione europea sono tanti così come sono numerose le garanzie offerte dai sistemi comunitari alle indicazioni geografiche e ai metodi di produzione specifici. Un mondo a cui sarà possibile avvicinarsi meglio tutelando la propria salute fin dalla scuola grazie al progetto “Etichetta facile”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 maggio 2006 - 1052 letture