counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

A Gualdo la X edizione di Formaggi d'Autore

3' di lettura
1151

Giunta alla 10^ edizione, la rassegna “Formaggi d’autore” torna a Gualdo sabato 20 e domenica 21 maggio. Si tratta di una mostra mercato che, cresciuta nel tempo, offre oggi un’importante vetrina alla produzione casearia italiana – in particolare del nostro territorio – e ai prodotti tipici che bene si abbinano al formaggio.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it

Ad organizzarla sono l’associazione “Gualdo Terzo Millennio” e la condotta “Slow Food” dei Monti Sibillini con il contributo di Regione, Provincia di Macerata, Camera di commercio, Comunità montana dei Monti azzurri e Comune di Gualdo. Il programma della “due giorni” è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa all’Abbadia di Fiastra, presenti – fra gli altri – il vice presidente della Provincia Donato Caporalini, l’assessore provinciale all’Agricoltura, Luigi Carlocchia, il presidente della Comunità montana di San Ginesio, Giampiero Feliciotti, i rappresentanti del Comune, Luciano Luciani, di “Slow Food”, Giocondo Anzidei, e dell’associazione “Gualdo Terzo Millennio”, Pierangelo Pizzarulli.

“L’iniziativa è in crescita – ha sottolineato Caporalini –, si apre al territorio e diventa anche culturalmente più stimolante per la presenza di specialità straniere con cui confrontare i nostri prodotti. Essa si colloca all’inizio dei mesi caldi e la sua riuscita speriamo sia di buon auspicio per la stagione turistica estiva. E’ un po’ una rondine che fa… primavera!”.

Il vice presidente Caporalini ha poi ricordato il progetto di coordinamento cui sta lavorando la Provincia per mettere in rete le varie rassegne che, dedicate ai prodotti enogastronomici maceratesi di qualità, vengono organizzate sul nostro territorio. Lo scopo: “Creare un marchio unico delle tipicità provinciali per dare valore aggiunto alle singole iniziative e ai loro prodotti, così da stimolarne la crescita qualitativa e la promozione”.

Da parte sua, l’assessore provinciale Luigi Carlocchia ha messo in evidenza l’importanza della produzione casearia nel ciclo economico legato al settore agroalimentare e ha esortato gli imprenditori del territorio a proseguire sulla strada della qualità e a investire sui prodotti della nostra tradizione.

A Gualdo saranno presenti anche il Casizolu di Sardegna, il Vezzena del Trentino e produzioni straniere: dai formaggi irlandesi a latte crudo Durrus, Desmond e Dilliscus (prodotto con le alghe) fino al pecorino israeliano e all’Oscypek polacco. Ma l’avvenimento più significativo della rassegna 2006 sarà la presentazione del marchio “Pecorino dei Sibillini” e dei produttori che, insieme, l’hanno costituito.

Si tratta di un’idea intelligente che rilancia il prodotto locale con un rigido disciplinare in cui sono previsti – fra l’altro – l’impiego del latte crudo e una stagionatura naturale. I titolari delle aziende promotrici di questo nuovo marchio illustreranno le tecniche di produzione, con dimostrazioni pratiche dell’intero processo di produzione del formaggio, dalla mungitura alla caseificazione.

Nel corso della manifestazione, infine, saranno effettuati abbinamenti tra i grandi formaggi italiani e vari tipi di miele uniflorale.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 maggio 2006 - 1151 letture