counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pennabilli: Mercoledì con il Prugnolo

3' di lettura
1516

La gara gastronomica legata al fungo primaverile ogni mercoledì di maggio voluto dal Parco Sasso Simone e Simoncello, Confesercenti e Confederazione Ristoratori Pesaro e Urbino.

dal Parco Naturale Simone e Simoncello

I mercoledì di maggio a tavola con il prugnolo. E’ prevista per dopodomani (mercoledì 10 maggio) la gara tutta gastronomica di piatti a base di prugnolo o spignolo, voluta dall’Ente Parco Sasso Simone e Simoncello assieme alla Confesercenti e Federazione Ristoratori Provincia di Pesaro e Urbino, nell’ambito del mese dedicato al pregiato fungo di primavera.

La serata è prevista al ristorante Lago Verde, località lago d’Andreuccio a Pennabilli (prenotazione 0541.915012), che al prezzo di 20 euro offre: antipasto di carpaccio di girello marchigiano con prugnoli all’extravergine, poi gnocchi di patate e ortiche con pendolini e salame piccante, secondo a base di scaloppine di vitello ai prugnoli, crespelline dorate in forno con erbe di campo, semifreddo all’amaretto e cioccolato, caffè.

I commensali saranno chiamati a degustare e votare i piatti attraverso una scheda appositamente distribuita. La votazione avverrà assieme ad una giuria tecnica composta dai membri dell’Accademia della Cucina Italiana, giornalisti ed esperti eno-gastronomi.

‘La gente potrà essere per una volta protagonista – afferma Risiero Severi, consigliere Ente Parco- il nostro obiettivo è di dare la possibilità ai consumatori, di essere loro stessi protagonisti. Ovviamente è un gioco e va preso con questo spirito, si tratta di premiare il lavoro degli chef’.

Nel frattempo continua per l’intero mese di maggio, la promozione e valorizzazione di questi funghi dalle caratteristiche alimentari uniche.

Fino al 30 maggio, si potrà degustare piatti a base del fungo, tipico della Primavera, in dieci ristoranti presenti all’interno dell’area protetta. Con un menù convenzionato, dall’antipasto al dolce, sarà possibile assaggiare, a soli 20 euro, vari piatti a base del pregiato alimento.

Proprio per l’intenso profumo, e l’altrettanto gradito sapore, il Prugnolo o Spignolo si presta a svariate utilizzazioni culinarie, dagli antipasti, ai primi piatti, ai contorni. Può essere cucinato in tutti i modi tradizionali, ma evidenzia le sue migliori qualità quando non è cotto a lungo, addirittura è uno dei pochi funghi che si presta ad essere consumato da crudo.

Lo Spignolo o Prugnolo si caratterizza per il cappello che può oltrepassare i 15 cm di diametro, è carnoso, di colore crema, giallo-paglierino o avorio, il bordo è dapprima arrotolato, poi disteso, la cuticola si separa facilmente dalla carne. Le lamelle, crema o giallastre, sono basse, assai fitte e con molte lamellule intermedie, risultano erose nel filo degli esemplari adulti. Il gambo è cilindrico o ingrossato alla base, sodo e carnoso, cosparso di pruina nella parte superiore nei funghi giovani. La carne è compatta e soda nel cappello, un po’ fibrosa nel gambo degli esemplari adulti, caratteristico è il soave profumo di farina fresca che emana tutto il fungo, e che lo rende così gustoso al palato.

Durante il mese di maggio e primi di giugno, saranno organizzate anche alcune iniziative collaterali, tra cui delle escursioni guidate all’interno del Parco con finale a tavola o feste paesane interamente dedicata al pregiato fungo.

I ristoranti dove poter degustare i piatti al sapore del pregiato fungo sono: a Carpegna al ristorante Vecchio Montefeltro (0722.77136), Anna (0722.77171); a Frontino al San Girolamo (0722.710010), al Pian dei Prati (0722.727036), Rocca dei Malatesta (0722.71121); a Montecopiolo al Parco del Lago (0722.78247), Sci Bar La Baita (0722.78180); a Pennabilli al Lago Verde (0541.915012) e ristorante Parco (0541.928446) e a Pietrarubbia a Il Vicariato (0722.75100).

L’iniziativa è voluta dal Parco Naturale Simone e Simoncello e Confesercenti, è sostenuta dalla Provincia di Pesaro e Urbino, Comunità Montana Montefeltro e quella della Val Marecchia, Camera di Commercio e Accademia Italiana della Cucina. Infolinee: 0722.75350.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 maggio 2006 - 1516 letture