counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Urbino: quindici appuntamenti per riscoprire i sapori del Montefeltro

3' di lettura
1418

E’ stato presentato al Wine-bar Magia Ciarla di Urbino l’iniziativa ‘Diario dei sapori del Montefeltro’. Si tratta di quindici appuntamenti eno-gastronomici, a partire da maggio fino a ottobre, con abbinamenti stravolgenti come quello tra le grappe fruttate ed il gelato, o come quello tra la pizza ed il miglior vino in abbinamento.

‘Il progetto nasce per valorizzare ancor di più il lavoro e l’opera importante che svolgono nel settore dell’enogastronomia delle Marche i sommelier del Montefeltro –spiega Giuseppe Cristini, presidente delegazione Urbino e il Montefeltro dell’associazione italiana Sommelier- un salto di qualità che la nostra delegazione dedica a tutti i sommelier che operano nel mondo del vino, della ristorazione e dell’enogastronomia di qualità.

Questo viaggio attraverso le varie cucine del territorio, lo abbiamo inserito come l’itinerario dei sapori e spazierà nel territorio di cinque Comunità Montane: da Pietracuta di San Leo fino a Cantiano, da Urbino fino a Pennabilli, da Belforte all’Isauro fino a Montacalvo in Foglia. Previste anche due uscite sconfinanti: a Fano ‘Da Tano’, per la grande cucina di pesce, e a Badia Tedalda al ristorante ‘Erbhosteria’ per i piatti a base di erbe e fiori’.


Momenti simbolo della manifestazione sono le giornate tematiche che vengono riservate ad ogni evento: si parte venerdì 5 maggio da Urbino al Ristorante ‘Vecchia Urbino’ (sono già aperte le iscrizioni al numero 0722.44479) con il tema dedicato alla carne di pollo italiano dal titolo ‘Pollo per ripartire’.

‘Dopo il tabù dell’aviaria –afferma Cristini- assaggeremo piatti dell’antica tradizione: degustando tra gli altri anche un ottimo e mai passato di modo ‘pollo ruspante al forno con le patate rosse di Sompiano’. Il viaggio proseguirà con le lumache del Montenerone alla moda di Pianello di Cagli, assaggeremo quindi una cucina rara e sapiente come quella fatta con i fiori e le erbe e qui saremo a Rofelle di Badia Tedalda (AR).

Continueremo con la valorizzazione del Cavallo del Catria e saremo a Cagli al ristorante del Commercio senza perdere mai di vista il piacere dell’estate con una serata di degustazione e di musica dal titolo ‘Degustando in relax attorno alla piscina’. Al ristorante la Vigna di Montecalvo parleremo invece della tracciabilità del pesce dell’Adriatico e al Lago Verde di Soanne a Pennabilli della grande razza bovina marchigiana, per sfidare poi i vini romagnoli a Pian del Bosco di Perticara’.


Il Diario dei Sapori del Montefeltro un ruolo importante lo dedicherà ai cuochi-sommelier che nei loro ristoranti sapranno interpretare la cucina dei paesi.

‘Vogliamo soprattutto aprire un dibattito e far discutere di cucina e di abbinamenti non scontati, ma vogliamo anche approfondire la nostra scuola e la nostra didattica –prosegue Cristini- a tutti i partecipanti agli eventi di degustazione sarà consegnato un questionario e qui sta l’idea del ‘diario dei sapori’ dove ognuno potrà dare giudizi anche critici sul vino, sui piatti, sul servizio e suggerendo quale cantina marchigiana desidera andare a visitare. Altro aspetto fondamentale è il servizio a tavola che sarà svolto sempre con classe ed eleganza dai sommelier in divisa come segno di stile verso chi vorrà godere di queste piacevolezze a tavola’.

A fine percorso si tratteranno le conclusioni in una grande serata a sorpresa.

Gli eventi a tavola sono aperti non solo agli esperti ma anche ai neofiti appassionati della degustazione. Il Diario dei Sapori del Montefeltro rappresenta un viaggio ed un omaggio che la delegazione dell’Ais Urbino e il Montefeltro fa ai sommelier che hanno sempre partecipato alla vita associativa ma è anche un monito che la delegazione vuole trasmettere a tutti gli addetti al settore, affinché mantengano alte le specificità delle produzioni agroalimentari marchigiane e che soprattutto primeggino finalmente sulle tavole dei ristoranti.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 maggio 2006 - 1418 letture