counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Impianti termici: autocertificazione 2006

2' di lettura
1359

L’Amministrazione Provinciale di Ancona, in base al DPR 412/93 e al DPR 551/99, ricorda ai cittadini della provincia di Ancona titolari di caldaie con potenza inferiore ai 35kW (sono esclusi i comuni di Ancona e Senigallia) che il termine per la presentazione dell’autocertificazione è stato prorogato dal 30 aprile al 30 giugno 2006, pertanto potranno autocertificare lo stato di efficienza del proprio impianto termico fino al 30 giugno 2006.

dalla Provincia di Ancona
www.provincia.ancona.it

Autocertificazione 2005 - 2006 per gli impianti termici della Provincia di Ancona Tale data, è il termine ultimo per presentare il modello “H” rilasciato dal proprio manutentore in occasione dell'ultima manutenzione effettuata, insieme alla ricevuta del versamento di 5,00 euro sul CCP n. 18058602 intestato alla Amministrazione Provinciale di Ancona - Servizio Tesoreria, e non sarà più prorogato ulteriormente. Si rammenta nuovamente che per chi presenta l’autocertificazione, pagando la modica somma fissata dalla Provincia di Ancona in 5,00 euro, il successivo controllo sarà gratuito.

Per gli impianti autocertificati, la Provincia di Ancona eseguirà dei controlli a campione sul 5% del totale. Gli impianti non autocertificati con potenza inferiore a 35kW verranno tutti controllati e dovranno sostenere il costo intero del controllo pari a circa 50 euro. I controlli della Provincia saranno effettuati da tecnici esperti, che verificheranno le caldaie, gli impianti, la documentazione e i locali di installazione effettuando analisi per accertare l'efficienza degli impianti termici. E' importante sapere che questi controlli non sostituiscono la manutenzione ordinaria.
I documenti andranno inviati all'Agenzia per il Risparmio Energetico CP 422 Ancona, o consegnati al Comune di appartenenza all'ufficio addetto alla raccolta o consegnati in Provincia presso l’Ufficio Ecologia.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 maggio 2006 - 1359 letture