...

Il meteo dovrebbe cominciare a essere clemente. Perciò tutti al mare, oppure a fare una passeggiata in centro. Ma se si va dopo le 18 si dovrà indossare la mascherina. A stabilirlo è una nuova ordinanza del sindaco di Fano Massimo Seri, che replica i provvedimenti dello scorso fine settimana allo scopo di contenere il contagio da Covid-19.


...

Tutta la zona mare dalla ferrovia alla battigia, da una punta all’altra della città. Senza dimenticare il centro storico. L’obbligo di mascherina previsto dal weekend non interesserà, dunque, soltanto il Lido, ma anche altre zone di Fano. A stabilirlo è un’ordinanza appena firmata dal sindaco Massimo Seri, anche in seguito agli incontri tenutisi negli ultimi giorni con prefetto e questore.


...

Tutti insieme a passeggiare e a bere cocktail. Ma possibilmente distanziati. E, soprattutto, occhio all’orologio. Perché dopo le 18 – se si è in zona Lido - scatta l’obbligo di indossare la mascherina. O di alzarla da sotto il mento, se si ha l’abitudine di tenerla abbassata. A stabilirlo è un’ordinanza sindacale di prossima pubblicazione che impone regole precise per il prossimo fine settimana, ma che saranno valide almeno fino a lunedì 1° giugno, dato l’imminente ponte. E non ci saranno scuse, perché le mascherine verranno anche distribuite gratuitamente sul posto. Inoltre i controlli si faranno più intensi, anche attraverso dei presidi fissi nei luoghi clou del divertimento.


...

Troppe persone in giro e troppo vicine tra loro. Le mascherine? Poche, e troppo spesso abbassate sotto il mento. Il centro storico e – soprattutto – la zona mare hanno subito ripreso vita dopo la fine del lockdown dovuto al coronavirus. Forse troppo, o comunque troppo presto. I dati del Gores dimostrano che tre nuovi casi di contagio su quattro riguardano persone under 35. E i sindaci del territorio non ci stanno. Massimo Seri compreso.


...

Quest’anno stiamo vivendo un 25 aprile diverso, come non lo avevamo forse mai vissuto prima. Se l’emergenza Covid ci allontana dal punto di vista fisico, mente e cuore si avvicinano in una unione di intenti e di valori che mai come oggi vede l’Italia così unita e solidale. Per questo, seppur in sobrietà e con tutte le precauzioni, vogliamo comunque celebrare questa data storica, come amministrazione ma soprattutto come Città, unita e responsabile.


...

"Voi in corsia, noi in strada. Insieme ce la faremo: medici, infermieri e sanitari orgoglio di tutti noi”. Con questo striscione – lunedì mattina - le forze dell’ordine hanno ringraziato gli operatori sanitari dell’ospedale Santa Croce di Fano dell’azienda ospedaliera Marche Nord impegnati in prima linea contro il coronavirus. Inno di Mameli e applausi per un momento davvero commovente.



...

“La curva si sta addolcendo, poi bisogna vedere nei prossimi giorni cosa succederà”. È questo il commento del sindaco di Fano Massimo Seri in merito all’andamento dei contagi nella Città della Fortuna. Parole che lasciano trapelare un moderato ottimismo alla luce dei dati di cui si è attualmente in possesso, secondo cui le persone positive al coronavirus al momento sarebbero 235, mentre in 428 sono in isolamento domiciliare per aver avuto contatti con un positivo.



...

Due persone, in lontananza, in quindici scatti. Foto che ritraggono un’altra domenica sui generis per Fano e per i suoi abitanti. La Città della Fortuna si è presentata così come le era stato chiesto di presentarsi: vuota, pressoché deserta. L’invito è ormai noto: restare a casa per debellare quanto prima la piaga del coronavirus.



...

Un videomessaggio registrato in mattinata dalla sede del Coc. A parlare è il sindaco di Fano Massimo Seri, alla luce del nuovo decreto firmato dal premier Giuseppe Conte nella notte tra sabato e domenica, e che impone nuove restrizioni fino al prossimo 3 aprile per tutta la provincia di Pesaro e Urbino (qui i dettagli).


...

“È tutto sotto controllo, le autorità sanitarie stanno lavorando, e invito tutti a non farsi prendere dal panico né da preoccupazioni eccessive”. Sono le parole del sindaco di Fano Massimo Seri a margine della riunione del Coc tenutasi stamattina presso i locali del Comune, in seguito ai primi due casi - confermati da un primo tampone - di contagiati dal coronavirus nella Città della Fortuna.