Statistiche Web

dot Riduzione dell'accisa sulla benzina: via libera della commissione bilancio

immagineLa II commissione consiliare (Finanze e Bilancio), presieduta da Dino Latini (Api), ha approvato all'unanimità la proposta di legge che abolisce l'aumento di 5 centesimi dell'imposta sulla benzina (la cosiddetta tassa sulle disgrazie) introdotto dalla Regione in seguito alla legge nazionale n.10/2011 per far fronte ai danni provocati dall'eccezionale ondata di maltempo del marzo scorso.

La riduzione, che verrà votata in Consiglio regionale nella seduta di martedi, riporterà l'imposta regionale sulla benzina dall'attuale 0,0758 euro per litro ai precedenti 0,0200 euro per litro a partire dal primo maggio.

“Un importante segnale – ha commentato il presidente Latini – per tutta la comunità marchigiana. Una decisione resa possibile grazie all'intesa raggiunta venerdì tra ministero dell'Economia e dipartimento nazionale della Protezione civile che stanzia 25 milioni di euro per l'emergenza maltempo”.

Nel proseguimento dei lavori la II commissione ha anche approvato, a maggioranza, le modifiche alla normativa regionale n.15/97 sul tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani. La pdl (relatori il presidente Latini e il vicepresidente Zaffini) va in parte a modificare anche la legge di assestamento di bilancio 2009 (lr 18/09) e prevede, tra l'altro, una rimodulazione delle aliquote garantendo l'invarianza della pressione fiscale.

da Assemblea legislativa delle Marche
www.consiglio.marche.it
Spingi su!        
 


Commenti

Vuoi commentare questo articolo?

Nome e cognome (necessario - In caso di dati falsi o incompleti il commento verrà sconsigliato):

Indirizzo email (necessario):
desidero ricevere la newsletter

Accedi o registrati

Il tuo commento:

CAPTCHA ImageInserire il codice in figura:

Immagine troppo complicata?

qrcode

Gli articoli di oggi

logoEV

Edizioni Vivere

No fotoApri il quotidiano Vivere della tua città
Edizioni Vivere mette a tua disposizione tutta l'esperienza necessaria per aprire un quotidiano online nella tua città http://vivere.biz/apriunvivere