Monsano: nasce Sportello Amico, sostegno e aiuto per chi è in difficoltà

Sportello Amico all'oratorio.don Bosco di Monsano 3' di lettura 05/12/2020 - Il progetto di Exodus in collaborazione con l'oratorio don Bosco.

Lo “sportello amico” nasce da un’idea del progetto opportunity della Fondazione Exodus di Don Antonio Mazzi, per contrastare la povertà educativa ed è un servizio rivolto agli adolescenti, giovani, genitori e anziani, completamente gratuito.

Exodus vuole consolidare la rete territoriale costruita in oltre 30 anni di attività, attraverso l’implementazione di “poli educativi permanenti”, fondati su una stretta alleanza tra , le agenzie educative presenti sul territorio e i propri presidi, attraverso il raccordo sistematico con gli enti locali che operano sui territori interessati dal progetto, l’unione e la collaborazione.

Il progetto in collaborazione con l’oratorio di Monsano, nasce proprio da questo scenario, dove le fondamenta nate nel corso del tempo, si sono incontrate dando vita a sinergie collaborative, quali centri estivi, progetti su piccoli e grandi gruppi di adolescenti e vari incontri.

Alla base vi è quindi il concetto di solidarietà sociale, intesa come coesione e attività volta al bene comune, dove ogni singolo soggetto (individuale, istituzionale e associativo) ha la responsabilità nella costruzione di una rete di supporto.

E’ uno Spazio di Ascolto, uno spazio familiare e/o personale di supporto e condivisione, non vuole essere un servizio a scopo terapeutico, ed è gratuito.

L’emergenza non solo pandemica, ma educativa, ha bisogno di presidi reali è una realtà tangibile che dalla sua manifestazione, ha provato ad insegnarci l’importanza dei numeri, meglio ha cercato di farci comprendere quanto sia importante una rete di supporto auspicabile e di durata nel corso del tempo, l’accoglienza dell’altro senza il rischio che le sue richieste di aiuto e di assistenza vadano perduti.

La sofferenza e il disagio non possono lasciare indifferenti ne’ allontanare, non devono far paura o allarmare, necessitano di consapevolezza, umanità e aiuto concreto, ci troviamo, forse come mai in altre epoche storiche, in un tempo in cui tutto scorre “troppo” velocemente o “troppo” lentamente e prendersi del tempo, diventa necessario. In questi nuovi scenari di presa in carico è necessario includere tutti senza limiti di “genere”.

La capacità di saper andare oltre quel che si incontra, oltre la sofferenza disarmante, oltre le paralisi che sembrano avere certe realtà, oltre l’apparente mancanza di possibilità di rinascita è necessaria per chi si trova a dover affrontare e dipanare situazioni altrimenti definite irrecuperabili, offrire cioè una presenza.

Lo “Sportello Amico” sarà attivato dal giorno 08 dicembre con i seguenti orari:

- il martedì dalle ore 17:00 alle 19:00 solo telefonicamente

- il mercoledì dalle ore 17:00 alle 19:00 presso l’oratorio di Monsano (An) don Bosco sito in piazza Mazzini, 2

Per informazioni e prenotazioni contattare: Laura Bordi, Responsabile Sportello Amico e coordinatore progetti per le Marche. Fondazione Exodus Onlus cell. 3388824652 mail: laura.bordi@exodus.it

Il servizio si svolge nel rispetto della tutela della privacy e delle norme anti-COVID-19 - Qualora fosse necessario, da nuove indicazioni Decreto DPCM, si attiverà solo il servizio telefonico sempre su previo appuntamento.

“Sportello Amico” rientra nelle attività del “Progetto Opportunity” di Fondazione Exodus Onlus per contrastare la povertà educativa, realizzato grazie al “Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2020 alle 08:33 sul giornale del 07 dicembre 2020 - 218 letture

In questo articolo si parla di attualità, monsano, Fondazione Exodus, exodus, oratorio Don Bosco, aiuto, comunicato stampa, Sportellonamico, Sportello amico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEMi





logoEV