Jesi: Cartoline dal Festival Pergolesi Spontini

Elio di Elio e le storie tese 1' di lettura 15/09/2020 - Le immagini del secondo weekend di "meraviglie".

La magia della voce soul di Sarah Jane Morris, le note eterne dei Beatles riarrangiate per il quartetto d’archi Solis String Quartet, il racconto di Paolo Cresta, e la grande cantante britannica che fa cantare “All you need is love” a tutto il pubblico del Teatro Pergolesi .

I visi sorridenti di una cinquantina di bambine e bambini che sulle note di Giovanni Battista Pergolesi, nella caccia al tesoro musicale organizzata insieme a Tree Park e con i solisti della Scuola di Musica Pergolesi, hanno percorso in lungo e in largo, divisi in squadre, il centro storico di Jesi, hanno risolto enigmi, sfide e cercato indizi, aiutando il giovane Pergolesi a diventare un grande compositore.

Elio – di Elio e le Storie Tese – in una soprendente versione classica, con frac, leggio e un pianista d’eccezione quale Roberto Prosseda – memorabile interprete al Teatro Pergolesi delle più celebri, e divertenti, arie di Rossini e Mozart, ma anche di odi al criceto, al moscerino e alla zanzara composte da un giocane composuitore dei nostri giorni, Luca Lombardi.

In piazza della Repubblica un grande cubo specchiante oggetto del desiderio dei teenagers e dei turisti per il selfie più bello dell’estate!

E sul palcoscenico del Teatro Pergolesi, una ancora più grande scatola scenica che si apre per accogliere artisti e musicisti.

Sono le cartoline della seconda settimana del Festival Pergolesi Spontini, ventesima edizione, fino al 4 ottobre in scena intorno al tema “Tu sei meraviglia” con la Fondazione Pergolesi Spontini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2020 alle 23:36 sul giornale del 16 settembre 2020 - 144 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, Elio e le storie tese, fondazione pergolesi spontini, elio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bv9C





logoEV