Urbino: L'arte dei trampoli di Schieti alla XVIII edizione di Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada

2' di lettura 15/09/2020 - Dal 18 al 20 settembre 2020 si terrà a Verona la XVIII edizione di Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada, organizzato da Associazione Giochi Antichi con il patrocinio di Comune di Verona. Un’edizione speciale dal titolo Le Italie dei Borghi in gioco.

Tocatì cambia format e per la prima volta si svolgerà non solo, nel centro storico di Verona, ma anche in giro per le piazze italiane. Un evento diffuso che coinvolgerà circa 20 giochi e sport tradizionali che si praticano in varie regioni d’Italia e che verranno praticati proprio là dove sono nati e dove continuano ad essere giocati dalle comunità ludiche.

Protagonisti di questa edizione del Tocatì saranno dunque non solo i giochi tradizionali, ma anche i borghi storici italiani dove questi sono di casa. Un’occasione importante in questo momento per incentivare la scoperta di luoghi poco noti del nostro paese, con un’idea di turismo lento e attento alle tradizioni.

Nel borgo medievale di Schieti, Urbino, si potrà ammirare l’arte dei Trampoli.

Un’antica tecnica, diffusa in tutti i con­tinenti, che deriva dalla necessità di muo­versi in zone paludose e che nel corso del tempo ha assunto connotazioni rituali e ludiche.

La tradizione è sempre sta­ta presente anche a Schieti, antico ca­stello al crocevia tra Pesaro, Urbino e il Montefeltro. Qui era sosta obbligata per fornaciai, solfatari e carbonai, che gua­davano il fiume Foglia su lunghi bastoni di legno.

Oggi i cinque rioni del paese si contendono il trofeo del Palio dei Tram­polieri, gareggiando sui tram­poli fino al centro del borgo medievale.

All’interno del borgo fortificato di Schieti i visitatori potranno ammirare anche la Chiesa di San Giovanni Battista.


Tra i giochi della tradizione italiana che si svolgeranno nei borghi di appartenenza anche Bijé (Farigliano, Cuneo), Birillo Parato (Fossato Ionico, Reggio Calabria), Cacio al fuso (Pienza, Siena), Corsa con la Cannata (Arpino, Frosinone), Gioco delle Noci (Monterosso al Mare, Liguria), Lancio del Maiorchino (Novara di Sicilia, Messina), Pilote (Gemona del Friuli, Udine), Remiere (Malamocco, Isola di Burano) Tsan (Brissogne, Aosta), S’Istrumpa (Ollollai, Nuoro), Sburla la Roda (Fossacaprara, Cremona) e Zugo de l’ovo (Sezano, Verona).

I giochi che si svolgeranno a Verona e dintorni invece, Schida (da Guidizzolo, Mantova), Morra (da Sant’Anna d’Alfaedo, Verona), Palota (da San Vito al Mantico, Verona), Palo della Cuccagna (da Santa Maria di Zevio, Verona) e diversi giochi da tavoliere come Carrom, Dama e Scacchi.

Tutti i giochi sono raggiungibili anche tramite diretta streaming trasmessa sui canali social sui canali social ufficiali e sul sito www.tocati.it.

Il Festival Tocatì si svolgerà nel rispetto delle ordinanze e linee guida vigenti in materia di tutela della salute pubblica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2020 alle 20:42 sul giornale del 15 settembre 2020 - 166 letture

In questo articolo si parla di attualità, urbino, verona, Palio dei trampoli, Schieti, schieti di urbino, tocatì, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bv9b





logoEV