Fermo: Saverio Sbrolla di Fermo si accascia mentre sta cenando presso lo chalet La conchiglia di Porto San Giorgio. Vani tutti i tentativi di rianimarlo

1' di lettura 30/07/2020 - Era a cena con amici e conoscenti.

E’ successo tutto in un attimo. Saverio Sbrolla, titolare dell'Agenzia Munus a Campiglione, stava cenando presso lo chalet la Conchiglia sul lungomare centro di Porto San Giorgio quando si è sentito male. Ha reclinato la testa e i suoi commensali, capendo la gravità, hanno subito chiesto l’intervento dell’ambulanza accorsa in un battibaleno. I primi soccorsi gli sono stati prestati da una dottoressa presente nel ristorante, poi i militi della Croce Azzurra hanno provato a lungo a rianimarlo, anche alternandosi, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Era a cena con il Sindaco di Fermo Calcinaro, con il vicesindaco Trasatti e con l’assessore Mauro Torresi della cui lista " Non mi Fermo" era responsabile. Dopo un breve aperitivo si erano seduti per cenare, tutto bene fino a quell’attimo fatale, intorno alle 22.00. Sul posto oltre alla Croce Azzurra di Porto San Giorgio e all’auto medica è intervenuta anche la Polizia. Alle 24 il corpo giaceva ancora presso il ristorante in attesa dell’arrivo del Procuratore che doveva accertarne la morte. Inutile dire lo sconforto più totale che ha assalito, oltre ai familiari, tutti quanti hanno assistito impotenti al suo decesso.








Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2020 alle 00:42 sul giornale del 31 luglio 2020 - 6464 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto san giorgio, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/br11





logoEV