Famiglie con cani e gatti, approvata mozione regionale per sostenere quelle in difficoltà. E c'è il bonus adozioni. Il plauso della LAV

3' di lettura 09/07/2020 - Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato giovedì all’unanimità la mozione presentata dal Consigliere Sandro Bisonni per sostenere le famiglie che vivono con cani e gatti in difficoltà per le conseguenze dell'emergenza COVID – 19 e per favorire le adozioni degli animali in rifugi e canili.

(https://www.consiglio.marche.it/banche_dati_e_documentazione/atti_di_indirizzo_e_controllo/mozioni/pdf/moz700_10.pdf)

“Le Marche grazie a questo voto sono capofila a livello nazionale degli interventi che riconoscerebbero finalmente la necessità di un aiuto alle persone più bisognose che vivono con un cane o un gatto e l’importanza di aiutare l’adozione dei quattrozampe da sostenere con un buono per spese alimentari e veterinarie – dichiara Maria Aquila, responsabile rapporti istituzionali LAV Marche – l’attuazione di questi principi farebbe bene anche alle casse pubbliche poiché la Regione Marche, spende ogni anno oltre tre milioni di euro per la gestione degli animali randagi. Questo alto costo economico ha anche il rovescio della medaglia di privare migliaia di animali della libertà e della possibilità di vivere una vita in famiglia dal punto di vista dei singoli cittadini, inoltre, la loro convivenza con gli animali è da anni svantaggiata dal carico fiscale e dalle norme che regolano il settore farmaceutico veterinario”.

“E’ importante che il Consiglio regionale sia impegnato a trasmettere una richiesta di cambiamento normativo a Governo e Parlamento per l’adeguamento dell’IVA su cibo e prestazioni veterinarie oggi scandalosamente al 22% come se animali adottati fossero “beni di lusso”, così come a realizzare interventi per assicurare i farmaci per gli animali che rappresentano un costo oggi insostenibile soprattutto in patologie croniche – ha detto Ilaria Innocenti, responsabile nazionale Area animali familiari LAV – le Marche sono la prima Regione a fare propria le nostre richieste e ci aspettiamo a breve anche il pronunciamento di Lazio, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia”.

La Mozione approvata impegna il Presidente e la Giunta regionale a istituire:

- “un Buono Emergenza COVID-19” per tutte le persone indigenti, concesso una tantum, del valore di 200 euro per ogni cane e 100 euro per ogni gatto (animali iscritti in anagrafe), finalizzato a garantire in un momento di profonda crisi economica la sussistenza degli animali familiari;

- un “Buono Spesa Animali” annuo da 500 € per le persone con reddito inferiore a 8.000 € anno, per l’acquisto di cibo, farmaci e spese veterinarie;

- un “Buono adozioni - Quattrozampe Social Card” una tantum per coloro che adottano un animale da un canile o gattile del valore di 1.000 euro per adottanti con redditi fino a 55.000 euro e di 500 euro per adottanti con redditi oltre i 55.001 euro da spendere nei 18 mesi successivi all’adozione per l’alimentazione dell’animale e per le cure veterinarie;

- e ad attivarsi nei confronti del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dell’Economia e delle Finanze, del Ministro della Salute e dei Presidenti delle Commissioni Bilancio e Affari Sociali e Sanità della Camera e del Senato della Repubblica, al fine di ottenere: - l’adeguamento dell’aliquota IVA dal 22% al 4% sulle prestazioni veterinarie e sugli alimenti per animali; - un aumento della quota di detraibilità fiscale delle spese medico-veterinarie; - l’equiparazione terapeutica tra farmaci umani e veterinari di identica composizione; - la regolamentazione dei farmaci generici anche in veterinaria, per i quali non esiste una norma che preveda che essi debbano avere un prezzo di vendita inferiore; la commercializzazione di confezioni di farmaci veterinari commisurate alle patologie alla cui cura sono preposti, con la possibilità di garantire somministrazioni anche minime a costi proporzionali, anche per evitare il rischio di cure “fai da te”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2020 alle 17:34 sul giornale del 10 luglio 2020 - 3697 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, lav, lega anti vivisezione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqfu