Fermo: L'EDITORIALE: Piccoli ospedali, metropolitana... Qualcosa si muove. Qualcosa abbiamo smosso

2' di lettura 25/06/2020 - Abbiamo mosso le acque. Anzi, le abbiamo smosse parecchio. Prima, e in tempi non sospetti, con la necessità di un collegamento ferroviario, turistico e commerciale, dalla costa alla montagna. Ripetuti sono stati i nostri interventi. Ora, con la questione dei piccoli ospedali. Abbiamo affrontato il problema tre mesi fa. Poi, a termine clausura, il problema è rimbalzato ancora su queste pagine, su quelle de Il Il Resto del Carlino e sul Corriere Adriatico. Molto accurata l'inchiesta di Marina Vita.

La mia prima impressione era stata la rassegnazione di alcuni sindaci. Siccome tutto era andato in un certo modo, tutto doveva continuare allo stesso modo, perché non si vedevano nuove strade. Ho avuto l'impressione che il giudizio scaturisse anche da un senso di solitudine e abbandono. Qualcosa è successo però. Qualche partito politico (Lega e PD) sta scendendo in campo per una nuova sanità. Sarà perché siamo in campagna elettorale? Sicuramente. Però il velo è squarciato. Squarciato anche da quel che affermano diversi medici (Rossi, Siliquini, Zechini), le popolazioni, un poeta (Zamponi anche medico). Può crescere dal basso dunque una consapevolezza e una spinta che inchioda i decisori alle decisioni.

E qualcosa si muove anche a livello di associazioni di categoria. La CNA fermana è entrata con decisione in campo lanciando l'idea di una metropolitana di superficie da Porto San Giorgio ad Amandola. Non il vecchio trenino, hanno tenuto a precisare. Nessuno però pensava a quello. Ma uno strumento di trasporto e di collegamento, che si giochi anche sul tavolo del green.

Solo una precisazione. Ottima la metropolitana di superficie se connessa però ad un nuovo sviluppo dei borghi dai servizi esaurienti, dell'agricoltura tipica, dell'artigianato tradizionale e del turismo accogliente, che poi s'abbracciano. E poi mentalità e cultura, cioè visione e capacità di proporre e raccontare il Genius loci.

Stasera (ore 21,15) ne parleremo in un webinar promosso da AssoCulturMarche.




Adolfo Leoni


Questo è un articolo pubblicato il 25-06-2020 alle 11:49 sul giornale del 26 giugno 2020 - 192 letture

In questo articolo si parla di attualità, viabilità, turismo, editoriale, adolfo leoni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bo2P





logoEV