"Da subito spostamenti per i cittadini che vivono nelle terre di confine", la proposta del Capogruppo Lega Zaffiri

sandro zaffiri 1' di lettura 20/05/2020 - Sono cessate dal 18 maggio tutte le misure limitative della circolazione nel territorio regionale che erano state introdotte a seguito dell'emergenza Coronavirus, ma per gli spostamenti interregionali bisognerà invece attendere giugno anche se resta la possibilità di spostarsi tra una regione e l’altra, con l’autocertificazione, per stato di necessità, salute e lavoro.

A patire le conseguenze del perdurare del lockdown tra regioni - sostiene il Capogruppo della Lega Marche Sandro Zaffiri - sono le tante persone che continuano a non poter andare a far visita ai propri parenti, o semplicemente la spesa nel supermercato più vicino, ma soprattutto le numerose attività commerciali ed economiche che si trovano nei territori di confine e che, in molti casi, hanno la maggior parte dei clienti provenienti dai Comuni ricadenti in un’altra regione.

Con una mozione presentata oggi l'esponente della Lega chiede, al Presidente della Giunta Regionale, di attivarsi affinchè vengano immediatamente previsti gli spostamenti interregionali per tutti quei cittadini che vivono in territori di confine, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza già previste. Secondo il Capogruppo della Lega Sandro Zaffiri gli spostamenti dei cittadini che risiedono nei Comuni di confine, fatti nel pieno rispetto delle norme anti- contagio, non comprometterebbero in alcun modo la salute pubblica e permetterebbero la reale ripartenza di molte attività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2020 alle 10:47 sul giornale del 21 maggio 2020 - 232 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, lega nord marche, lega nord, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bl3i





logoEV