Chiusura reparti Covid AOU Ospedali Riuniti e INRCA . CISL FP: per la riorganizzazione va fatta chiarezza

1' di lettura 22/04/2020 - La Cisl Fp Marche Territorio di Ancona chiede chiarezza nella riorganizzazione a seguito della chiusura di alcuni “REPARTI COVID” presso l’AOU Ospedali Riuniti Ancona e Inrca. Con la riduzione del contagio, le strutture sanitarie saranno nuovamente trasformate, per riattivare servizi e reparti che durante l’emergenza erano stati chiusi .

E’ una operazione molto delicata che va pianificata e che deve essere oggetto di informazione e confronto con le Organizzazioni Sindacali. Si ritiene infatti necessario conoscere dettagliatamente quali sono le strutture riaperte dopo le chiusure di alcuni reparti covid e quali sono le attività che si intendono implementare.

È importante, in questa fase di riduzione di posti letto dedicati ai malati covid, prevedere, a richiesta dei dipendenti, la possibilità di fruire di un periodo di recupero psicofisico per il personale che è stato impiegato in prima linea nella gestione della pandemia.

E’ doveroso, in ogni caso, fare i tamponi preventivi a tutto il personale e garantire il ritorno alle Unità Operative di provenienza per il personale che durante l’emergenza è stato assegnato ai “reparti covid”.

Nelle riorganizzazioni, infine, vanno date certezze indicazioni chiare sui nuovi percorsi pulito e sporco, sulle sanificazioni, anche per evitare il sorgere di focolai all’interno dei reparti.

La Cisl Fp Marche territorio di Ancona auspica che si possa ritornare alla normalità, riaprendo i servizi ora sospesi, garantendo al contempo la sicurezza per il personale e per gli utenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2020 alle 16:47 sul giornale del 23 aprile 2020 - 219 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, sindacato, comunicato stampa, emergenza coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bj8D





logoEV