Fermo: Emiliano Bengasi: la creatività conduce verso nuovi orizzonti

6' di lettura 14/04/2020 - Radici e ali. Ma che le ali mettano radici e le radici volino. Juan Ramón Jiménez

Emiliano Bengasi è da oltre 25 anni il Fashion Designer dell’omonimo marchio di moda sposi presente nei più prestigiosi punti vendita del mondo. Dalla sua creatività prendono vita opere sartoriali che sono un elogio all’eleganza e che lo hanno reso un icona di stile. Numerosi sono i riconoscimenti che ha ricevuto nel corso degli anni. Selezionato tra i 30 migliori atelier d’Italia in cui trovare l’abito perfetto, vincitore del wedding awards, ha vestito anche attori per il cinema italiano e per la televisione. Oggi Emiliano realizza i suoi abiti da sogno per le migliori boutique del mondo ma il suo quartier generale resta Fermo, il punto in cui tutto ha avuto inizio, il posto in cui inizia la favola di ogni sposa.

1. Il tratto principale del tuo carattere
La trasparenza e la sincerità. Sono sempre molto cristallino sia nei rapporti umani che in ambito lavorativo. Anche con le mie clienti mi piace sempre essere sincero, dare consigli su ciò che può star bene a una persona e cosa no in base alla fisicità. Un consiglio quindi non finalizzato alla vendita ma per valorizzare la persona affinché sia soddisfatta.

2. Qual è la qualità che apprezzi di più in un uomo?
La mancanza di competitività. Tra uomini non c'è gara, ci si ascolta, si collabora, è un’amicizia sincera.

3. Qual è la qualità che apprezzi di più in una donna?
La caparbietà. Riescono sempre a ottenere ciò che vogliono, sono tenaci e sanno come raggiungere i loro obiettivi.

4. Cosa ti piace di più del tuo lavoro?
La creatività. È quella cosa che mi fa sognare, viaggiare, andare oltre il quotidiano. Creare nuove collezioni e nuovi modelli anche fuori dall'ordinario mi fa capire che nulla è impossibile.

5. Il tuo peggior difetto
L'ingenuità. Nutro sempre tanta fiducia in qualsiasi persona che incontro senza mai pensare che ogni tanto, soprattutto in ambito professionale, ci sono persone senza scrupoli orientate solo ai propri interessi.

6. Il tuo passatempo preferito
Il disegno. Quando ho un po’ di tempo libero, che stia al mare davanti a un tramonto, in un prato di montagna o semplicemente a casa, mi piace creare. Serve anche la giusta ispirazione ma ogni dettaglio, ogni oggetto, ogni emozione può rappresentare motivo d'ispirazione.

7. Cosa sogni per il futuro?
Vorrei continuare a realizzare i sogni di tante spose nel mondo. Mi piace ciò che faccio e mi ritengo fortunato. Lavorare per rendere speciale uno dei giorni più belli della vita di una persona credo che sia il massimo. Continuare a farlo sarebbe già un sogno.

8. Che cos’è la felicità?
La felicità è una sensazione fugace che dura pochi istanti ma che nasce anche dalle piccole cose che viviamo quotidianamente. È quella spinta che ci permette di andare avanti per assaporarne nuovamente il gusto, breve e intenso, che ti rimane nel cuore fino al prossimo fugace morso.

9. La soddisfazione più grande
Lavorare con i personaggi del mondo del cinema e della TV, essere eletto tra i 30 migliori atelier d'Italia o avere un abito che fa parte dei 40 più belli del 2020. Sono queste le soddisfazioni che rendono speciale il mio lavoro insieme alle piccole gioie di vedere una sposa che si accinge all'altare con un mio abito.

10. In che paese vorresti vivere?
Mi piace il piccolo borgo dove vivo tra le colline marchigiane. Oggi grazie a internet possiamo raggiungere qualsiasi posto del mondo. È dove sono le mie radici che vorrei poter continuare a vivere e lavorare.

11. Il tuo colore preferito
Il rosa è così variabile: è delicato se è cipria, è tenero se è confetto, è rock se è un rosa shocking, è romantico se è lillato. Tuttavia, benché così poliedrico, rimane sempre raffinato in ogni sua nuance.

12. Il tuo fiore preferito
L'ortensia è un fiore così corposo ma costituito da tanti piccoli fragili fiorellini. L'unione fa la forza.

13. Il tuo libro preferito
Sono tutti quei libri che parlano della storia della moda. Sarà deformazione professionale ma ritengo che dal passato si possa apprendere molto.

14. Come selezioni le musiche per le tue sfilate?
Immagino sempre le mie spose come regine e quando una colonna sonora riesce a trasmettermi quella sontuosità e maestosità allora è quella giusta.

15. A chi ti senti di dover dire grazie?
A mia mamma Dina Bengasi che è l'artefice di tutto. Il suo primo negozio di 3 metri lo aprì nel 1968 ed è lei che mi ha trasmesso l'amore e la passione per questo lavoro.

16. Come scegli i nomi delle tue collezioni?
Ogni anno individuiamo un filo conduttore, un tema che rappresenti la collezione. Da quel tema creiamo poi il nome della collezione che ha sempre richiami poetici.

17. Quali sono i tratti distintivi delle tue spose?
L'originalità, l'esclusività e la riconoscibilità. Una sposa Emiliano Bengasi si distingue e si riconosce con un abito artigianale, made in Italy, raffinato e particolare al tempo stesso.

18. Il tuo cantante preferito
Laura Pausini

19. Il tuo pittore preferito
Botero perché riusciva a rendere così aggraziati e leggeri i suoi soggetti nonostante rappresentasse delle donne in carne.

20. Un eroe o eroina nella tua vita reale
Madre Teresa di Calcutta

21. Il tuo animale preferito
Il gatto perché è dolce, affettuoso ma anche indipendente.

22. Il tuo nome preferito
Bianca Maria

23. Un complimento che ti ha fatto particolarmente piacere
Quando mi dicono “mi hai fatto sognare” credo sia la cosa più bella.

24. Che cos’è il talento?
È una qualità innata che non si apprende né si impara. È insita in ogni persona ed è ciò che la rende speciale in un determinato campo.

25. Come nascono le tue creazioni?
Nascono da una suggestione, un colore, un tessuto o un accessorio. Qualsiasi dettaglio può essere fonte di inspirazione per la creazione di un abito.

26. Un dono che vorresti avere
Volare per assaporare quel senso di leggerezza e di libertà che solo questo dono ti può dare.

27. In quale epoca avresti voluto vivere?
L'Ottocento è per antonomasia il mio periodo. Il barocco e l'opulenza di quegli anni mi affascinano.

28. Come ti senti attualmente?
L'emergenza sanitaria attualmente in corso non aiuta la positività ma ho approfittato di questo periodo per rigenerarmi, pensare alle nuove collezioni e ritrovare più forza e grinta per ricominciare in maniera efficace.

29. Qual è il segreto del tuo successo?
L'umiltà. Non mi sento mai arrivato e credo che ci sia sempre e ancora tanto da fare per migliorarsi.

30. Qual è il tuo motto?
Se puoi sognarlo, puoi farlo. Mai perdere le speranze perché la forza d'animo ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi.


di Michele Peretti
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2020 alle 16:26 sul giornale del 15 aprile 2020 - 172 letture

In questo articolo si parla di cultura, cinema, moda, televisione, fermo, marche, Atelier, premio, disegno, creatività, made in italy, cerimonia, riconoscimento, export, sartoria, articolo, Radici, sposa, Michele Peretti, sposo, espressioni

Leggi gli altri articoli della rubrica Espressioni





logoEV