Lega Marche: proposte per il settore del Turismo

mare relax vacanze sole spiaggia 3' di lettura 10/04/2020 - “Con l’emergenza COVID-19 il settore turismo nelle Marche è in ginocchio. Servono un anno bianco fiscale, l'accesso al credito e voucher di ristoro per evitare il fallimento di migliaia di imprese con drammatiche ricadute occupazionali. L'assessore Pieroni, ad un mese dall'inizio dell'emergenza, ancora latita nelle proposte e si limita a promesse generiche”.

Il Segretario regionale della Lega Sen. Paolo Arrigoni, insieme ai consiglieri regionali Sandro Zaffiri, Luigi Zura Puntaroni, Marzia Malaigia e Mirco Carloni, avanzano alcune proposte e criticano la gestione dell'assessore regionale al turismo Moreno Pieroni.

“È necessario lavorare nella direzione tracciata da Federalberghi che ha fatto un esame lucido e impietoso della situazione. È ormai evidente che il settore turismo vivrà una stagione nera senza precedenti: il fatturato della stagione primaverile è infatti azzerato e sono state praticamente cancellate tutte le prenotazioni per quella estiva. In questo clima di incertezza gli operatori hanno la necessità di essere ascoltati e seguiti, perché è reale il rischio di default di tante strutture turistiche regionali, molte delle quali stavano già scontando l'ingente danno causato dal terremoto 2016- 2017 che li ha costretti ad accendere mutui e prestiti che difficilmente quest'anno riusciranno a rispettare”.

“Confrontandoci con associazioni e operatori del settore indichiamo tre direzioni su cui lavorare: anno bianco fiscale, accesso al credito e voucher di ristoro”, spiegano Arrigoni e i consiglieri regionali. “Senza indugi occorre uno sgravio fiscale “shock”, una sorta di anno bianco per la tassazione con la cancellazione nel 2020 delle imposte comunali Tari e IMU, dei contributi INPS, della tassa di soggiorno, oltre ad una rimodulazione delle bollette energetiche e una riduzione dei canoni di locazione. Giusto mettere in campo strumenti per ottenere finanziamenti agevolati, ma è impensabile risolvere il mancato fatturato unicamente contrendo nuovo debito verso le banche. Occorre anche un voucher di ristoro calcolato in base alle presenze perse in rapporto alla media degli anni precedenti”.

“Non possiamo permetterci – continua la Lega - che le aziende, in particolare quelle medio piccole, di un intero settore dal grande potenziale per l'economia regionale possano fallire facendo perdere posti di lavoro e un know how di incoming turistico unico. La Lega ritiene strategico il settore del turismo per l'economia del Paese ed è stata la prima a presentare attraverso l'ex ministro Centinaio un pacchetto di proposte al tavolo nazionale per consentire agli italiani di usufruire per due anni di un voucher di 250 euro a testa per chiunque prenoti la prossima vacanza in Italia”. “Dall'assessore Pieroni – concludono gli esponenti leghisti - ci aspettiamo risposte concrete e non vane promesse e parole come quelle goffamente pronunciate ieri in consiglio regionale, in cui ha attaccato le nostre proposte solo per giustificare la propria incapacità di realizzare una spending review del bilancio regionale nel quale sono giacenti preziose risorse per il settore di sua competenza”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2020 alle 18:59 sul giornale del 11 aprile 2020 - 217 letture

In questo articolo si parla di politica, spiaggia, mare, marche, vacanze, lega nord marche, lega nord, sole, relax, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjrP





logoEV