Civitanova: Coronavirus, il Tar dà ragione al Governo: sospesa l'ordinanza firmata da Ceriscioli

luca ceriscioli| 1' di lettura 27/02/2020 - Secondo quanto riportato dall'Ansa, il Tar avrebbe dato ragione al Governo nel ricorso contro l'ordinanza del presidente della Regione Luca Ceriscioli che sospendeva scuole e manifestazioni pubbliche fino al 4 marzo.

Il decreto urgente del presidente del Tar delle Marche, Sergio Conti, ha sospeso in via cautelare l’ordinanza che aveva l'obiettivo di contrastare la diffusione del coronavirus. La discussione nel merito è fissata proprio per il 4 marzo, giorno in cui l'ordinanza stessa esaurisce i suoi effetti.

Entrando nel merito della pronuncia del tribunale amministrativo di Ancona, nella stessa si legge in primis che "dall’ordinanza si rileva che non sussistevano, a quel momento, casi accertati di contagio nelle Marche", evidenziando quale presupposto “la prossimità del territorio marchigiano con la regione Emilia Romagna in cui sono stati rilevati casi confermati di contagio da COVID- 19" e che "la suddetta doglianza risulta fondata" e in secondo luogo la Regione avrebbe "erroneamente indicato, a sostegno del potere di ordinanza, la disposizione di cui all’art. 2 del D.L. n. 6 del 2020 che prevede la possibilità per le autorità competenti di disporre misure “ulteriori”, al di fuori dei casi di cui all’art. 1 comma 1 (ossia anche in assenza del riscontro di almeno una persona positiva)".

Resta da capire quali saranno ora le contromosse della Regione.






Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2020 alle 17:24 sul giornale del 28 febbraio 2020 - 824 letture

In questo articolo si parla di luca ceriscioli, vivere civitanova, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgQQ