Nasce il movimento politico regionale “Dipende da Noi", incontro domenica a Fano

3' di lettura 12/02/2020 - Dal gennaio 2020 è nato il movimento politico regionale “Dipende da Noi”. Il movimento è sorto per la volontà - da parte di persone, gruppi, associazioni di volontariato presenti in tutto il territorio delle Marche - di rinnovare la politica in Regione e per creare un canale tra la società civile e l’istituzione regionale. “Dipende da Noi” sarà presente con una propria lista alle elezioni regionali e con un suo candidato presidente.

Desideriamo avviare un processo di riqualificazione della democrazia per passare dall’attuale situazione di una crisi senza alcuna risposta politica e progettuale a un percorso partecipato di trasformazione qualitativa che dia all’istituzione regionale una visione e una capacità di intervento adeguati alle esigenze di chi vive nelle Marche.

In particolare le nostre priorità sono: - la revisione del piano di interventi per la ricostruzione nelle zone terremotate, concordato con i cittadini residenti, in modo da velocizzare i provvedimenti per la rinascita di questi territori e delle loro comunità civili; - un piano di interazione propulsiva con le istituzioni educative e di ricerca (scuole, università, associazioni giovanili e di volontariato) in modo che l’infanzia e i giovani nelle Marche abbiano un’attenzione speciale; - una sanità pubblica che garantisca a chiunque il diritto alla salute, tagliando sì gli sprechi ma non i presidi sanitari sui territori e senza costruire megastrutture lontane dalla gran parte dei marchigiani; - un sistema di servizi sociali attento alle diverse tipologie di fragilità, e dunque attente alle persone, dunque un sistema orientato non in senso aziendalista ma nel senso della prossimità comunitaria che non abbandona nessuno al suo destino; - una rivoluzione metodologica che coinvolga i soggetti economici operanti nelle Marche per un’economia che valorizzi le risorse produttive, artistiche e ambientali, che difenda posti e qualità del lavoro generando nuove opportunità occupazionali, che trovi maggiore forza (e non un limite) nella salvaguardia della natura, a partire dallo sviluppo della bioagricoltura e dalla tutela del paesaggio; - un piano di inclusione democratica per le persone migranti, che traduca in forme adeguate i criteri dell’esperimento di Riace, fatto fallire proprio per la sua valenza metodologica esemplare; - un sistema sapiente di riorganizzazione dei trasporti, della gestione pubblica dell’acqua e dei servizi pubblici locali.

La nostra presenza alle prossime elezioni regionali non disperde voti utili a fermare i partiti della destra. Non basta fermare qualcuno, occorre generare un progresso per tutti. Nel quadro della legge elettorale proporzionale vigente nelle Marche, la nostra presenza dà un volto credibile alla costruzione di un’amministrazione regionale valida e serve proprio a non disperdere i voti. Infatti moltissimi cittadini non si riconoscono nei partiti della giunta regionale uscente e sarebbero tentati dal non-voto. Noi offriamo anche a loro una scelta concreta, utile per dare alle Marche un governo illuminato e il metodo di una politica che cammina con le persone.

Domenica 16 febbraio alle ore 9.30 il candidato Presidente Roberto Mancini presenterà il movimento a Fano in loc. Aereoporto via Mattei nr. 50.



...
...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2020 alle 09:26 sul giornale del 13 febbraio 2020 - 760 letture

In questo articolo si parla di politica, elezioni regionali, comunicato stampa, dipende da noi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgbC





logoEV