4 aprile 2020

...

Un’intera famiglia a spasso per Fano. Senza mascherina, senza guanti. Insomma, senza alcuna protezione. Di per sé un errore, non fosse che la mamma avesse una doppia ragione in più per non muoversi di casa. Perché – parola di tampone - era risultata positiva al coronavirus, e quindi sarebbe dovuta rimanere in quarantena. E – per di più – è pure un’infermiera.


...

Dalla prossima settimana partirà uno screening sierologico per il Covid 19 a cominciare dalle Aziende ospedaliere di Torrette e Marche Nord. “La macchina organizzativa sanitaria si sta muovendo con tutte le forze in molteplici direzioni - afferma il presidente della Regione , Luca Ceriscioli - per consentire di velocizzare e aumentare le analisi di laboratorio per l’individuazione e l’isolamento del maggior numero possibile di casi positivi di Coronavirus, nonostante le difficoltà determinate dalla necessità dei reagenti.”












...

I servizi informatici della Regione Marche stanno gestendo in queste ore le oltre 6 mila domande, per un totale di 2 milioni di ore e 16milioni di euro di Cassa integrazione in deroga per i lavoratori dipendenti non coperti dalle tutele ordinarie. Il sistema si è subito attivato, nonostante i tempi di azione strettissimi e l'ampia platea di beneficiari, mai entrati prima nel sistema.


...

L’Amministrazione comunale informa che il 28, 29 e 30 marzo scorsi la stazione di Viale del Lavoro dell’Arpam - Agenzia Regionale per l’Ambiente della Regione Marche - ha registrato valori di PM10 incredibilmente sopra la media (rispettivamente 126, 114 e 63 microgrammi per metro cubo nella media delle ventiquattr’ore, a fronte di un valore limite di 50).





...

La Questura di Macerata, insieme a tutte le altre Forze dell’Ordine e alla Polizia Municipale dei vari comuni della provincia, sta mettendo in campo il massimo sforzo possibile in termini di impego di uomini e di mezzi, con il duplice obiettivo di vigilare sull’osservanza da parte dei cittadini delle norme contenute nei decreti governativi e di mantenere la legalità nella nostra provincia in un periodo difficilissimo per il nostro Paese.





...

La Prima commissione affari istituzionali e bilancio, presieduta da Francesco Giacinti (Pd), vicepresidente Gianni Maggi (M5s), si è riunita questa mattina in modalità telematica per esaminare le proposte di legge della Giunta regionale “Riconoscimento di debito fuori bilancio per l'emergenza epidemiologica da COVID-19 ai sensi dell'articolo 73 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118” e “Disposizioni urgenti in merito alle erogazioni liberali per l'emergenza epidemiologica da COVID-19”.


...

Ancora un errore della Protezione Civile nell'invio delle mascherine per i medici impegnati in prima linea nell'emergenza sanitaria per fermare il contagio da Coronavirus.


...

ono state emanate dal Presidente della Giunta regionale le ordinanze n. 19 - 20 - 21 del 3 aprile, rispettivamente in materia di centri semiresidenziali per anziani o per persone con problemi di salute mentale - mobilità dei volontari del terzo settore - chiusura dell'accesso alle spiagge, limitazioni all'attività motoria, utilizzo della bicicletta, accesso agli esercizi di somministrazione alimenti e bevande nelle aree di servizio, le quali prorogano, a partire dal 4/4/2020, una serie di disposizioni già precedentemente in vigore.



...

In questa emergenza occorre unità di intenti e sostegno alle iniziative di ogni soggetto pubblico investito delle responsabilità istituzionali. Per questo siamo vicini a tutto il sistema sanitario regionale, ai suoi operatori nelle strutture e sul territorio, al sistema della protezione civile impegnata nella realizzazione della logistica di supporto agli interventi della Marina Militare a Jesi e, si spera in tempi brevi, anche dell’aiuto cinese a Torrette.




...

Il trend dei nuovi contagi è in leggero miglioramento. Numeri che risollevano, ma dal valore infinitesimale. Per questo, chi già abbassa la guardia, diventa complice di un eventuale rallentamento collettivo lungo la strada che stiamo tutti percorrendo: quella che ci riporterà a una vita normale. Non devono averlo capito le 30 persone che venerdì – nella provincia di Pesaro e Urbino - hanno violato il divieto di spostamento dovuto al coronavirus. La prefettura ha segnalato che 2 di queste persone sono state anche denunciate.



3 aprile 2020






...

Sono stati 1.201 i controlli effettuati mercoledì tra le persone a spasso nella provincia di Pesaro e Urbino. Un numero consistente, soprattutto se si considera il calo delle verifiche eseguite di appena qualche giorno fa. E a tanti controlli da parte di forze dell’ordine e militari corrispondono anche tante multe: ben 30 in una sola giornata.