Senigallia: Chiusa la raccolta firme del Pd: Amati, "Fabrizio Volpini è il candidato per le amministrative 2020"

2' di lettura 01/12/2019 - Fabrizio Volpini è il candidato unico a sindaco per le amministrative del 2020 del Partito Democratico e con ogni probabilità anche del centrosinitra. Ieri si sono chiusi i termini per la presentazione delle candidature corredate delle rispettive raccolte di firme.

E il quadro delineatosi in occasione dell'Unione Comunale è stato confermato. Nella riunione del PD quella di Volpini era stata l'unica candidatura ad aver raggiunto i voti necessari per la raccolta delle firme. Un verdetto che ha provocato poi la frattura con l'ex assessore Gennaro Campanile che ha annunciato subito dopo l'uscita dal partito e la volontà di candidarsi a sindaco con una lista civica propria.

A quanto pare lo “scontro” elettorale Campanile – Volpini ci sarà comunque ma non più alle primarie quanto direttamente per la fascia da primo cittadino. Chiuso il percorso delle primarie del Pd, fino al 5 dicembre ci sarà tempo per un confronto con il resto della coalizione che al momento sembra convergere sulla candidatura unitaria di Volpini. Ad aver già detto sì al presidente della Commissione Regionale Sanità, sono stati, fin da fine estate, Diritti Al Futuro, Art. -DMP, il PSI, Vivi Senigallia e Obiettivo Comune. Se le cose resteranno così dunque il centro sinistra si presenterà già concorde con la candidatura unica su Fabrizio Volpini.

“Stiamo finendo il conteggio della raccolta delle firme ma al momento posso dire che il candidato per il Partito Democratico è Fabrizio Volpini -afferma l'ex senatrice e membro del Pd Silvana Amati- le adesioni sono state numerose, sia all'interno dell'Unione Comunale che sul fronte degli iscritti al partito. Nei prossimi giorni proseguirà il confronto con il resto della coalizione di centro sinistra che comunque già si espressa a favore della candidatura di Volpini. Se entro il 5 dicembre non ci saranno altre candidature da parte delle altre forze politiche della coalizione, ci presenteremo alle prossime elezioni con una candidatura unitarie e senza ovviamente il ricordo all'istituto delle primarie”. Sulla fuoriuscita dal Pd di Gennaro Campanile e subito dopo del capogruppo in Consiglio di Luca Santarelli che appoggerà la lista di Campanile, la Amati precisa.

“Mi è dispiaciuto molto che assessore e capogruppo siano usciti dal PD. La decisione presa in modo unilaterale da Campanile fanno pensare ma gli faccio comunque gli auguri per il suo percorso futuro”.






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2019 alle 08:37 sul giornale del 02 dicembre 2019 - 608 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdvb





logoEV