Fano: Strage di Corinaldo: accusa di omicidio, per due giovani si va verso l'archiviazione

discoteca di Corinaldo 1' di lettura 26/11/2019 - La Procura dei minori ha chiesto l'archiviazione per due dei giovani indagati per il coinvolgimento nella tragedia di Corinaldo.

Si tratta del 17enne senigalliese che subito dopo la strage era finito tra i sospettati e di un altro giovane indagati per omicidio preterintenzionale, lesioni colpose e dolose. Dopo la richiesta di archiviazione del Pm, la decisione spetta ora al Gip.

Nella notte tra il 7 e l'8 dicembre scorso all’interno della discoteca “Lanterna Azzurra Clubbing” di Corinaldo, trovarono la morte sei persone e altre 200 rimasero ferite.

Sette restano i giovani iscritti nel registro degli indagati da agosto, sarebbero i componenti di una banda dedita ai furti che in occasione di feste, come quella della Lanterna Azzurra compivano razzie di gioielli dopo aver spruzzato lo spray al peperoncino. Indagato anche il titolare di un "compro oro" che sarebbe stato il ricettatore del gruppo.

E l'indagine continua a riguardare anche gli aspetti della sicurezza della discoteca. Tra gli indagati i proprietari e i gestori del locale, e il sindaco di Corinaldo.






Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2019 alle 09:21 sul giornale del 27 novembre 2019 - 794 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, corinaldo, Sara Santini, articolo, discoteca di Corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdhH





logoEV