Senigallia: Operazione antidroga: la Polizia arresta tre pakistani e sequestra eroina e hashish

3' di lettura 07/11/2019 - Ancora una importante operazione di contrasto al fenomeno delle detenzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti è stata messa in atto dagli agenti del Commissariato di Polizia di Senigallia, coordinati dal vice questore aggiunto Agostino Licari.

Tale operazione si inserisce in un quadro di costante monitoraggio delle dinamiche del mercato del consumo di droga e dei soggetti dediti ad attività non soltanto di cessione ma anche di approvvigionamento di importanti quantitativi di stupefacenti destinati alla piazza di Senigallia e comuni limitrofi che, nei mesi scorsi, ha già consentito di eseguire numerosi arresti ed importanti sequestri di diversi tipi di sostanze stupefacenti.

In questo ambito, i poliziotti hanno effettuato mirati servizi di controllo nelle zone del centro cittadino dove da qualche tempo veniva segnalata la presenza di giovani con comportamenti che destavano sospetti o intimorivano i passanti. Particolare attenzione è stata posta all’area dei Giardini della Rocca in cui venivano segnalati strani movimenti e presenza di soggetti che restavano lì per pochi minuti per poi velocemente allontanarsi. Dopo aver effettuato una serie di accertamenti, gli agenti nella giornata di mercoledì hanno individuato la zona in cui questi soggetti operavano e si muovevano per prendere contatti con i clienti, in un'area prossima al lungomare Alighieri.

Dopo aver verificato alcune presenze anomale, gli agenti hanno notato uscire da un’abitazione, due giovani che sono stati immediatamente bloccati. Sottoposti ad un controllo sono risultati essere di origine pakistana, A.W. di 30 anni, e M.K. di 20 anni, e uno dei due era in possesso di due pezzi di hashish. Gli agenti a quel punto ritenendo che fosse in atto un’attività destinata allo spaccio hanno effettuato un ulteriore controllo presso l’abitazione da dove i due erano usciti e qui hanno trovato un altro connazionale T.H., di 26 anni. Questi, alla vista degli agenti è apparso molto agitato e nervoso. I poliziotti hanno proceduto ad ulteriori controlli da cui è scaturito che all’interno c'erano diverse decine di involucri di diversa grandezza contenente eroina pura.

Inoltre, il giovane è stato trovato in possesso di alcune centinaia di euro ritenute provento dell’attività di spaccio, che sono state sequestrate. Alla luce dei numerosi accertamenti effettuati dai poliziotti del Commissariato, i tre giovani pakistani sono stati dichiarati in stato di arresto e posti a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Nella giornata di giovedì il Giudice del Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto eseguito nei confronti dei tre e, stante la gravità delle condotte messe in luce dagli agenti del Commissariato, ha emesso anche l'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. Nel frattempo, sono state avviate le procedure per l’espulsione dal territorio dello Stato Italiano di tutti e tre i soggetti, due dei quali erano ospiti di comunità per richiedenti asilo.








Questo è un articolo pubblicato il 07-11-2019 alle 15:44 sul giornale del 08 novembre 2019 - 332 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, articolo





logoEV